Siria: entrata in vigore tregua parziale
ATTENTATO 27 Luglio Lug 2016 0946 27 luglio 2016

Siria, strage di curdi ad al Qamishli

Tra 40 e 50 vittime  e decine di feriti in un attacco kamikaze sferrato dallo Sato islamico al confine tra Siria e Turchia.

  • ...

La scia di sangue dell'Isis prosegue senza sosta nei territori occupati dallo Stato islamico.
È tra i 40 e i 50 morti il bilancio di un attentato dinamitardo compiuto ad al Qamishli, cittadina siriana nel Nord-est, al confine con la Turchia.
La tivù di Stato di Damasco ha riferito che i feriti sono «decine».
CURDI NEL MIRINO. Secondo le prime ricostruzioni diffuse dall'Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus) un'autobomba sarebbe esplosa nei pressi di una stazione della locale polizia curda.
In un messaggio pubblicato sull'agenzia Amaq, legata all'Isis, si legge che «un kamikaze» si è fatto esplodere su un «camion bomba» contro un'area dove si trovano diverse sedi delle «unità curde».
ALTRI ATTACCHI DI DASEH. Qamishli fa parte della regione a maggioranza curda di Hasake, di fatto inserita nella neonata regione autonoma del Kurdistan siriano.
Negli ultimi mesi controllata dai curdi, è stata obiettivo di diversi attacchi bomba compiuti dallo Stato islamico a causa dei combattimenti tra i combattenti di Daesh e quelli curdi delle Unità di protezione del popolo sostenute dagli Usa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati