Luciano
appalti 16 Febbraio Feb 2017 1503 16 febbraio 2017

Abruzzo, il governatore D'Alfonso indagato per corruzione

Tra le ipotesi di reato anche la turbativa d'asta e l'abuso d'ufficio. Perquisiti gli uffici della Regione. Nel mirino l'appalto per la ricostruzione di Palazzo Centi, reso inagibile dal terremoto del 2009. Ma non è l'unico.

  • ...

Il governatore della Regione Abruzzo, Luciano D'Alfonso del Partito democratico, è indagato per corruzione, turbativa d'asta e abuso d'ufficio. L'inchiesta, aperta dalla procura dell'Aquila, coinvolgerebbe oltre a lui un'altra quindicina di persone, tra funzionari e imprenditori.

L'APPALTO DI PALAZZO CENTI. Perquisizioni condotte da carabinieri e polizia sono in corso in diverse città dell'Abruzzo, dopo il blitz negli uffici della Regione che ha portato al sequestro di documenti relativi alla gara d'appalto per la ricostruzione di Palazzo Centi, nel centro storico dell'Aquila. .

GARA VINTA CON UN RIBASSO DEL 35%. Costruito nel XVIII secolo, ha ospitato la sede della presidenza regionale dal 2003 al 2009, quando venne reso inagibile dal terremoto. Dopo un lunghissimo iter, la gara da 13 milioni di euro è stata vinta nei mesi scorsi dalla ditta Edil Costruzioni Generali di Isernia, con un ribasso del 35,017%. L'amministrazione regionale aveva da pochi giornii dato il suo ok alla congruità degli atti, ribasso compreso.

IL GOVERNATORE: «IO ESTRANEO AI FATTI». L'inchiesta riguarda anche altre opere pubbliche, realizzate a Pescara e nel comune di Penne. Lo ha reso noto D'Alfonso stesso, dichiarandosi totalmente estraneo ai fatti: «Mi sono stati comunicati atti di proroga di indagini penali che vanno avanti da novembre 2015, con rinnovi semestrali. Gli argomenti sono: il cantiere dei lavori di Palazzo Centi all’Aquila; un intervento non ancora precisato riguardante la città di Penne; lavori al momento solo ipotizzati di rigenerazione e manutenzione ordinaria e straordinaria delle case popolari a Pescara. Mi dichiaro totalmente estraneo alle vicende e auspico una loro rapidissima definizione».

Questa mattina ho appreso che è in corso una verifica del mio operato da parte della Procura della Repubblica di L’...

Geplaatst door Luciano D'Alfonso op donderdag 16 februari 2017

D'ALFONSO ASSOLTO NEL 2013. D'Alfonso, già sindaco di Pescara, è stato assolto con formula piena nel 2013, quando venne processato nell'ambito di un'inchiesta sulla gestione dei cimiteri, affidata a operatori privati. È stato eletto alla presidenza della Regione Abruzzo nel 2014, quando conquistò il 46,3% dei voti contro il 29,26% del suo avversario, il candidato del centrodestra Giovanni Chiodi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso