Yahoo: hackerati account Casa Bianca
ATTACCO 15 Marzo Mar 2017 1650 15 marzo 2017

Yahoo, gli Stati Uniti accusano due spie russe per il furto di dati

Secondo il dipartimento di Giustizia, due agenti del Cremlino e due hacker ingaggiati da Mosca avrebbero violato 500 milioni di account.

  • ...

Il dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha accusato due 007 dei servizi segreti russi e due hacker ingaggiati da Mosca per il furto di 500 milioni di account personali ai danni di Yahoo.

UN ARRESTO IN CANADA. Si tratta di Karim Baratov, nato in Kazakhstan ma con cittadinanza del Canada, dove è stato arrestato; e Alexsey Belan, inserito nella lista dei cyber criminali più ricercati al mondo, che dalla Grecia è riuscito a tornare in Russia, dove vive protetto dalle autorità. Come ha scritto il Washington Post, si tratta della prima incriminazione per violazioni della sicurezza informatica nei confronti di soggetti legati al governo russo.

LE INFORMAZIONI OBIETTIVO DELL'HACKERAGGIO. Le due spie appartengono all'Fsb, il servizio segreto erede del Kgb sovietico. Le accuse includono l’hackeraggio, la frode telematica, il furto di segreti commerciali e lo spionaggio economico. L'obiettivo delle azioni condotte ai danni di Yahoo era mettere le mani su informazioni legate alla sicurezza nazionale e al personale diplomatico e militare degli Stati Uniti. Ma nel mirino dei quattro accusati c'erano anche giornalisti e dirigenti governativi russi, nonché dipendenti di un'importante azienda russa di cybersecurity e di una banca d'investimenti russa. Spiate anche un'azienda di trasporti francese e una società svizzera che usa la moneta virtuale Bitcoin.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati