Roseto
8 Maggio Mag 2017 1527 08 maggio 2017

Bandiere Blu 2017, ecco le spiagge più sostenibili d'Italia

Sono 49 in più rispetto al 2016. La Liguria si conferma regina del mare pulito, con 27 località premiate. Aumentati anche i riconoscimenti per i laghi.

  • ...

Mare più pulito e più curato, nel 2017, sulle coste italiane. Sono infatti 49 in più rispetto al 2016 le località premiate con la Bandiera Blu, il riconoscimento internazionale assegnato ogni anno dalla Foundation for environmental education (Fee) che premia il rispetto dei criteri di gestione sostenibile del territorio.

LE NEW ENTRY. Entrano in classifica Camogli e Bonassola in Liguria, Giulianova e Roseto degli Abruzzi in Abruzzo, Roseto Capo Spulico (nella foto di copertina) e Soverato in Calabria, Sapri in Campania, Santa Teresa di Riva in Sicilia. Mentre escono Cattolica (Emilia-Romagna) e Petacciato (Molise).

IN TUTTO 342 BANDIERE. In tutto le località turistiche gratificate salgono a 342. Per avere la Bandiera Blu occorre rispettare 32 criteri che vanno dalla depurazione delle acque alla gestione dei rifiuti, dalle piste ciclabili agli spazi verdi, fino all'arredo urbano e ai servizi offerti dagli stabilimenti balneari. La qualità dell'acqua, però, ha la priorità su tutti gli altri: se risulta insufficiente, il processo di valutazione non va avanti. Mare eccellente, quindi, certificato dai risultati delle analisi effettuate negli ultimi quattro anni dalle Agenzie regionali per la protezione dell'ambiente, che verificano l'eventuale presenza di batteri coliformi fecali e enterococchi.

Bandiere Blu 2017, chi sale e chi scende.

La Liguria si conferma regina del mare pulito con 27 siti. Seguono, come nel 2016, la Toscana con 19 località e le Marche con 17. Nel complesso, nel corso dell'ultimo anno, la situazione appare migliorata: da 152 si è passati a 163 Comuni premiati, 11 in più rispetto al 2016 (l'elenco completo è disponibile qui).

LAGHI, IL TRENTINO RADDOPPIA. E sono aumentate anche le Bandiere Blu dedicate ai laghi, con il Trentino Alto Adige che ha raggiunto quota 10 e ha raddoppiato il suo bottino, aggiudicandosi Baselga di Pinè, Bedollo, Bondone, Lavarone e Sella Giudicarie. Una Bandiera lacustre è stata assegnata alla Lombardia, altre due al Piemonte.

REQUISITI COSTANTEMENTE AGGIORNATI. Gli approdi turistici premiati, infine, sono 67 e si concentrano in Liguria, Toscana, Sardegna settentrionale, Campania, Puglia, Marche, Veneto e Friuli Venezia Giulia. I riconoscimenti dimostrano, secondo la Fee, che «la portualità turistica ha consolidato le scelte di sostenibilità intraprese, rispondendo ai requisiti previsti e garantendo la qualità e la quantità dei servizi erogati nella piena compatibilità ambientale». Ogni anno i requisiti necessari vengono rivisti, anche con il supporto dell'Ispra. L'obiettivo, ha spiegato Stefano Laporta, direttore generale dell'istituto, è «stimolare i Comuni ad avere una coscienza ambientale, affinché affrontino i vari aspetti legati alla gestione diretta del territorio anche in considerazione dell'aumentata pressione antropica determinata dal turismo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati