Obama
8 Maggio Mag 2017 1845 08 maggio 2017

Obama, il menù della cena a Milano

Lecca lecca al parmigiano, acciughe delle Cinque Terre, gnocchi di ricotta, tartufo nero di Bracca e tiramisù rivisitato: i piatti del ristorante "Da Vittorio" per l'ex presidente. Tra gli invitati Renzi, Monti, Marchionne, Elkann, Versace, Della Valle e Tronchetti Provera.

  • ...

È stato Chicco Cerea, lo chef del ristorante Da Vittorio, con le sue tre stelle Michelin a Brusaporto (Bergamo), a firmare il menu della cena dell'ex presidente Usa Barack Obama, all'Istituto per gli Studi di Politica Internazionale di Milano. «Un menu che vuole rappresentare tutta l'Italia, dalla Sicilia alla Lombardia», ha dichiarato Cerea. L’ex presidente Usa si è seduto a tavola con un numero ristretto di ospiti, 20 in tutto, tra cui i vertici dell'Ispi, l’ex premier italiano Matteo Renzi, l’ex primo ministro Mario Monti, Sergio Marchionne, Donatella Versace, Diego Della Valle, Marco Tronchetti Provera, Luisa Todini, Luca Cordero di Montezemolo, John Elkann, Emma Marcegaglia e Paolo Baratta.

MENÙ SNELLO. «La tavola moderna e le occasioni di incontro internazionali», ha ricordato lo chef bergamasco, «impongono tempi serrati e un menu snello: finger food, due portate, dolce e la nostra rinomata pasticceria. Presenterò eccellenze di tanti territori italiani», ha precisato Cerea.

ACCIUGHE DELLE CINQUE TERRE E TARTUFO NERO DI BRACCA. «Lecca lecca al Grana Padano, mare e terra nelle acciughe delle Cinque Terre e crudo di Carpegna, gnocchi di ricotta su letto di barba del frate con tartufo nero di Bracca, che si raccoglie ora dalle mie parti, nella bergamasca. Poi gran branzino del Mediterraneo e la spalla di vitella con patate di Martinengo, specialità della provincia di Bergamo, e piselli freschi, a evocare la passione per l'orto di Michelle. Immancabile il tiramisù, ma in chiave moderna. Stesso sapore della ricetta classica ma una veste di design, una versione esteticamente nuova, insieme alla nostra pasticceria e lievitati».

«Voglio convincere Obama a partecipare alla Ryder Cup 2022, e spero di strappare un sì con queste eccellenze. Il menu di stasera», ha sottolineato lo chef, «vuole essere un invito a far tornare l'ex presidente per la prossima Ryder Cup che l'Italia ospiterà. L'Europa è un po' bistrattata ultimamente, ma in questa sfida contro l'America saprà ritrovarsi unita».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati