Scampolo
9 Maggio Mag 2017 1709 09 maggio 2017

Previsioni meteo, estate anticipata al Sud e sulle isole

Da giovedì 11 maggio le temperature arriveranno a toccare punte di 35 gradi in Sicilia. Il picco dell'afa è previsto per venerdì, mentre il fine settimana sarà mite lungo tutta la Penisola.

  • ...

Estate anticipata al Sud e sulle isole: il tempo ballerino delle ultime settimane, continuamente oscillante tra caldo e freddo fuori stagione, offre un'altra parentesi anomala. Da giovedì 11 maggio è infatti prevista una breve incursione di un anticiclone africano, responsabile di un'ondata di calore al Sud e sulle isole che porterà le temperature a toccare punte di 35 gradi nella Sicilia tirrenica.

FORTE VENTO DI SCIROCCO. Valori estivi che, secondo i meteorologi del Centro Epson Meteo, saranno raggiunti a causa dei venti di Scirocco che accompagneranno la perturbazione. Il picco dell'afa è previsto per venerdì 12 maggio, mentre il weekend sarà complessivamente soleggiato e mite da Nord a Sud. Le temperature massime subiranno un lieve calo al Sud (oltre i 25 gradi, con punte vicine ai 30 sul versante ionico) e al Nord (24-25 gradi).

ANOMALIE DA VORTICE POLARE. Il tempo anomalo, insomma, continua. Dopo un inizio d'aprile decisamente caldo, è arrivato un freddo superiore alla media del periodo. La neve sulle Dolomiti e le piogge al Nord hanno confermato le stranezze di questa primavera, dovute principalmente al vortice polare stratosferico, che per i 60 giorni successivi alla sua formazione, avvenuta a fine febbraio, ha avuto un impatto sulla circolazione atmosferica nei bassi strati.

PIOGGE DEBOLI SULL'ARCO ALPINO. Dal 10 maggio, tuttavia, il tempo diverrà più stabile, almeno al Centro-Sud. Al Nord, invece, non mancheranno le piogge, previste a partire da giorno successivo. Saranno inizialmente deboli sui rilievi del Nord-Ovest, ma poi si estenderanno a buona parte dell'arco alpino.

SABBIA DAL SAHARA. venti di Scirocco, che raggiungeranno i 60-80 km/h al Sud, trasporteranno sabbia sahariana sulle nostre regioni, a partire da quelle meridionali. E il pulviscolo sarà responsabile di un aumento della probabilità di deboli e isolate pioviggini sulle regioni centro-meridionali, perché farà da nucleo di condensazione per l'umidità presente nell'aria che cadrà al suolo sottoforma di pioggia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati