Zingaretti
15 Maggio Mag 2017 1708 15 maggio 2017

Rifiuti a Roma, Zingaretti: «Comuni a rischio rivolta»

Il presidente della Regione Lazio è tornato sul braccio di ferro con il comune di Roma per i rifiuti della capitale. «Mandare i rifiuti in altri comuni è una soluzione troppo complessa e viola le disposizioni dell’Ue».

  • ...

«Bisogna fare molta attenzione, perché una politica che ha la pretesa e l'arroganza di portare i rifiuti di Roma in altri comuni può far scattare una rivolta di chi è contrario». Sono state le parole del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, in occasione di un convegno alla Camera di Commercio di Roma.

«SEGUIRE INDICAZIONI DELL'UE». «L'idea che si possa andar avanti dicendo 'tanto i rifiuti li mandiamo in altri comuni' è un'idea non solo tecnicamente complessa ma anche irrealizzabile perché l'Unione Europea vigilia e dà indicazione di lavorare i rifiuti nei luoghi dove sono prodotti» ha spiegato ancora Zingaretti «Non è polemica, ma si vuole individuare una soluzione che non è quella di dire "collochiamo i rifiuti in altri comuni"». Il presidente ha poi commentando il proposito della giunta raggi di arrivare al 70% della raccolta differenziata entro il 2022, «c'è sempre il problema del 30% che va lavorato e conferito».

SINDACI PRONTI ALLE BARRICATE. «Roma si tenga i suoi rifiuti, noi siamo pronti alle barricate». Alle parole di Zingaretti hanno fatto seguito quelle dei sindaci della provincia della Capitale che non accettano che nei loro territori vengano realizzati impianti o discariche al servizio della città, così come ipotizzato dalla Città metropolitana guidata da Virginia Raggi, e sono pronti a resistere.

M5S: «ZINGARETTI NON CREI ALLARMISMI». Nel corso della giornata è arrivata anche la replica del Movimento 5 Stelle che, per bocca del capogruppo in Campidoglio Paolo Ferrara, ha invitato Zingaretti a «smetterla di creare inutili allarmismi». «I cittadini di Roma e di tutto il Lazio siano tranquilli non c'è alcuna intenzione di costruire nuove discariche o inceneritori a Roma, né fuori città. Zingaretti sia serio. Capisco che le elezioni si avvicinano ma c'è un limite. Le persone sono stufe delle chiacchiere e delle polemiche da vecchio baraccone della politica» ha aggiunto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso