Fisco Agenzia Entrate
6 Giugno Giu 2017 1509 06 giugno 2017

Multe non pagate, dal 1° luglio possibile il prelievo diretto dal conto corrente

Equitalia viene assorbita dall'Agenzia delle Entrate: potrà accedere alle banche dati del Fisco e vedere le somme di denaro depositate dal contribuente. Sessanta giorni di tempo per mettersi in regola. Ruffini nuovo direttore.

  • ...

A partire dal 1° luglio 2017 Equitalia verrà assorbita dall'Agenzia delle Entrate, che diventerà anche soggetto riscossore. Questo passaggio permetterà a Equitalia di attingere dalle varie banche dati in possesso del Fisco e di poter quindi vedere anche le somme di denaro depositate sui conti correnti del contribuente. Di conseguenza, in presenza di multe o cartelle non pagate (dai contributi pensionistici al bollo auto), scatterà il possibile pignoramento e seguirà il prelievo diretto dal conto della somma da saldare.

AVVISI E SOLLECITI PRIMA DELL'ATTO DI FORZA. Finora Equitalia poteva solo ricevere informazioni sul numero di conti correnti posseduti dal contribuente. Non potendo verificare l'entità dei depositi, né individuare quello più "sostanzioso", li pignorava tutti. Il nuovo procedimento non sarà però automatico. Il contribuente prima di tutto riceverà avvisi e solleciti di pagamento. Dopodiché avrà 60 giorni di tempo per mettersi in regola. Come? Pagando tutto subito, chiedendo di rateizzare l’importo oppure opponendo ricorso. In mancanza di almeno uno di questi passaggi e trascorsi i 60 giorni di tempo, la nuova Equitalia passerà al recupero coattivo, che include anche il pignoramento del conto corrente.

RUFFINI NUOVO DIRETTORE. Il Consiglio dei ministri, intanto, su proposta del ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, ha deliberato l'avvio della procedura per il conferimento dell'incarico di direttore dell'Agenzia delle Entrate all'avvocato Ernesto Maria Ruffini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso