Cuccureddu
10 Giugno Giu 2017 0935 10 giugno 2017

Alghero, guai per l'ex Juve Cuccureddu e domiciliari al vicesindaco

Ai domiciliari il vicesindaco. Le accuse sono di induzione indebita a dare o promettere utilità, turbativa d'asta, falso ideologico e materiale commesso da pubblici ufficiali in atti pubblici.

  • ...

Induzione indebita a dare o promettere utilità, turbativa d'asta, falso ideologico e materiale commesso da pubblici ufficiali in atti pubblici. Sono le accuse che la mattina di sabato 10 giugno hanno portato agli arresti domiciliari il vicesindaco di Alghero, Antonello Usai e il dirigente del settore Sport del Comune di Alghero, Giansalvo Mulase. Divieto di dimora nel Comune invece per l'ex campione della Juventus, Antonello Cuccureddu. I provvedimenti, firmati dal gip di Sassari su richiesta della Procura locale, sarebbero legati all'assegnazione di un campo di calcio e di una pista di atletica al centro sportivo della città.

In tutto sono cinque le persone coinvolte nell'inchiesta cominciata nel luglio 2016 coordinata dal sostituto procuratore di Sassari Critisina Carunchio e svolta dai carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Sassari. Stando all'accusa Usai, vicesindaco e assessore dell'Urbanistica e dello Sport (Udc), ex consigliere e assessore regionale, avrebbe abusato delle proprie funzioni per condizionare l'attività di Mulas, dirigente del settore Sport dell'amministrazione, e di Giovanni Salvatore Chessa, funzionario dello stesso ente, rispettivamente presidente e segretario della Commissione che era stata nominata per l'aggiudicazione con procedura a evidenza pubblica (bando di gara e disciplinare indetto dal Comune) per la gestione della struttura sportiva comunale polivalente di atletica e calcio denominata Maria Pia.

PER L'ACCUSA FAVORITA L'ASSOCIAZIONE DI CUCCUREDDU. Su pressione del vicesindaco, secondo gli inquirenti, i due dipendenti comunali hanno indirizzato le loro scelte favorendo la società Associazione Polisportiva Dilettantistica di Antonello Cuccureddu 1969 mediante la maggiorazione dei punteggi e la falsificazione dei verbali di gara, ma anche omettendo di indicare le operazioni realmente avvenute, senza rispettare i principi di trasparenza e imparzialità della pubblica amministrazione. Il gip di Sassari, Michele Contini, ha disposto per i tre pubblici ufficiali gli arresti domiciliari. In particolare l'accusa per Usai è di induzione indebita a dare o promettere utilità, per Mulas e Chessa di turbativa d'asta e falso ideologico. Antonello Cuccureddu, ex campione della Juventus e presidente della società alla quale è stata assegnata la struttura sportiva, e suo nipote Efisio Balbina sono accusati di avere turbato la regolarità della gara, concordando con i due componenti della Commissione di visionare la documentazione amministrativa e tecnica della loro società prima del deposito e della presentazione delle altre offerte. Cuccureddu non è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari ma a quella del divieto di dimora nel Comune di Alghero. Stessa restrizione è stata disposta nei confronti del suo parente e collaboratore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati