MNB S Request Manager
Napoli 13 Giugno Giu 2017 1105 13 giugno 2017

Napoli, indagine sul caso della paziente ricoperta dalle formiche

Il giorno dopo le immagini choc di una paziente dell'ospedale San Paolo, a Napoli coperta di formiche, iniziano le indagini per capire la responsabilità- Già arrivata la task-force

  • ...

«Un'indagine interna per attribuire, quando vi fossero le dovute responsabilità« è stata avviata nell'ospedale San Paolo, a Napoli, dopo le immagini di centinaia di formiche sul letto di una paziente. A confermarlo è stato il direttore sanitario dell'ospedale, Vito Rago, che si sta recando in Regione a seguito di una convocazione.

RAGO INSEDIATO SOLI DA 20 GIORNI. Nell'ospedale del quartiere Fuorigrotta si attende l'arrivo della task force annunciata dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. «Sto cercando di fare in modo di debellare questo fenomeno che, mi dicono (Rago è direttore sanitario del San Paolo da soli 20 giorni, ndr), duri da anni e non deve mai più ripetersi». Sul fronte della bonifica dei luoghi, Rago ha dichiarato che »sono state messe in essere tutte le procedure necessarie dalla mia persona e da altri organi interni».

IN ARRIVO LA TASK-FORCE DEL MINISTERO. «È cosa indegna. Come tutti abbiamo appreso la notizia dai siti e abbiamo immediatamente mandato i Nas e oggi, il 13 giugno, arriverà anche una task-force. L'ho inviata anche per vedere tutte le responsabilità e quindi fare un'accertamento sulla direzione dell'ospedale e su quello che è accaduto nel reparto e agli altri pazienti» ha detto il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

IPASVI: «SERVONO PROVVEDIMENTI». In giornata è arrivato anche il commento di Ciro Carbone, presidente Ipasvi (che raccoglie infermieri professionali e assistenti sanitari) di Napoli: «Chiediamo che si accertino subito le reali responsabilità, a partire da chi non ha vigilato sull'igiene della struttura e sulla sicurezza del paziente. Il Collegio professionale, da parte sua, se necessario, è pronto ad adottare i provvedimenti opportuni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati