SBARCO
14 Luglio Lug 2017 1524 14 luglio 2017

Migranti, quasi 5 mila arrivi nel Sud Italia

Da Salerno a Catania, fino a Vibo non si arrestano gli sbarchi. Moltissimi i minori non accompagnati. E in mezzo al Mediterraneo è venuto alla luce Christ.

  • ...

Mentre Luigi Di Maio punta il dito contro la Francia nella sua passerella a Ventimiglia e la politica si accapiglia sull'«aiutiamoli a casa loro» renziano, discussione nella quale è intervenuta pure la Cei, nei porti del Sud Italia gli sbarchi continuano senza sosta. Sono quasi 5 mila i migranti arrivati sulle nostre coste.

SBARCHI DA SALENO A CATANIA. A Salerno è attraccata la Vos Prudence di Medici senza Frontiere con a bordo 935 persone: 793 uomini, 125 donne (di cui sette in gravidanza e una in travaglio che è stata anche la prima persona a scendere dalla nave insieme a un ferito di circa 30 anni) e 16 minori, di cui due neonati. A Catania è arrivata invece la Diciotti della Guardia Costiera: a bordo 1.428 migranti, tra cui un centinaio di minori, salvati nei giorni scorsi in diverse operazioni. A Vibo Valentia invece, è attraccato il rimorchiatore Vos Hestia di Save the Children, con a bordo 577 migranti di varia nazionalità. Si tratta di 367 uomini, 107 donne, tra le quali 10 incinta e 103 bambini sotto i 5 anni anni di età, 57 dei quali non accompagnati.

CHRIST, NATO IN MEZZO AL MEDITERRANEO. Il guardia pesca Aquarius di Sos Méditerranée è giunto nel porto di Brindisi dove sono sbarcati circa 860 migranti soccorsi nel Canale di Sicilia. Durante il trasporto è nato un bimbo: Christ. Quando sono intervenuti i soccorsi il cordone ombelicale era ancora da tagliare. La madre, camerunense, e il piccolo, stanno bene.

“Ogni nascita a bordo ci commuove e ci rende ancora più convinti della necessità della nostra missione. Riusciamo a...

Geplaatst door SOS MEDITERRANEE Italia op donderdag 13 juli 2017

È invece attesa a Crotone la motonave Olympic Commander, battente bandiera norvegese, con a bordo oltre 1.200 migranti. L'imbarcazione è parte del dispositivo internazionale Frontex, attivo nel Canale di Sicilia. In considerazione dell'elevato numero di persone attese, è stata indetta una riunione di coordinamento in Prefettura. I migranti, una volta a Crotone, partiranno per le diverse località assegnate dal piano nazionale di riparto del ministero dell'Interno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso