Castelfusano 2
17 Luglio Lug 2017 1804 17 luglio 2017

Incendi, la mappa dell'emergenza dalla Toscana alla Campania

Continuano i roghi in Maremma. Fiamme in spiaggia e case evacuate a Castel Fusano, vicino a Ostia: arrestato un uomo. Ancora tre focolai a Napoli, dove un commerciante è morto scappando dal fuoco.

  • ...

I roghi e gli incendi continuano da Nord a Sud lungo tutta la costa tirrenica, con emergenze in particolare in Toscana e Lazio. È stata una nuova giornata senza tregua quella di oggi per gli equipaggi di Canadair ed elicotteri della flotta aerea dello Stato, coordinati dalla Protezione Civile. Alle 18 sono 31 le richieste di concorso aereo ricevute dal Centro Operativo Aereo Unificato del Dipartimento: 10 dalla Campania, 6 dal Lazio, 3 dalla Toscana. Il punto della situazione regione per regione.

Lazio: paura sul litorale di Osta

Un incendio di vaste dimensioni si è sviluppato nella pineta di Castelfusano a Ostia. Le fiamme, alimentate dal vento, hanno lambito alcune abitazioni che sono state evacuate, molte le persone fuggite dalle loro abitazioni. Nello spegnimento sono stati impegnati un Canadair, tre elicotteri e sei squadre dei vigili del fuoco con autobotti. «È una situazione gravissima, non si esclude alcuna ipotesi sulle cause. C'è la necessità che sia presa in carico da tutti, il Municipio non può essere lasciato solo. Serve l'aiuto della Regione e del Governo. Roma non può essere lasciata sola di fronte a questo disastro ambientale», ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi arrivata a Ostia.

UN UOMO ARRESTATO. È stato arrestato dai carabinieri un uomo fermato poche ore dopo il rogo. Si tratta di un giovane idraulico di 22 anni sorpreso nell'area in cui ha avuto origine l'incendio: è stato notato mentre incendiava alcuni fazzoletti di carta e alla vista dei carabinieri ha tentato di nascondersi nella vegetazione.

La colonna di fumo era visibile anche dalla spiaggia e per questo molti bagnanti hanno lasciato i lidi. Traffico in tilt a causa della chiusura di alcune strade. Un altro vasto incendio si è sviluppato in un campo di fronte all'ospedale Sant'Andrea, nella zona nord della capitale, richiedendo l'intervento anche di due elicotteri e della Protezione civile regionale.

«Pare che la situazione dell'incendio alla pineta di Castel Fusano sia grave a causa di diversi focolai e del vento che continua ad alimentarli», spiega il capogruppo M5s in Campidoglio Paolo Ferrara, «abbiamo messo in moto tutta la macchina e stiamo facendo il possibile per quanto ci riguarda per contenere i danni e tenere sotto controllo la situazione». Il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, annuncia che chiederà lo stato di emergenza «perché quest'anno, nei primi due mesi di monitoraggio, gli incendi sono quadruplicati».

Toscana: emergenza in tutta la regione

Un altro violento incendio ha preso vigore a Marina di Grosseto e sta interessando in questo momento la pineta. Nella zona di Fiumara le fiamme hanno attaccato un parcheggio e almeno cinque auto. Due squadre dei vigili del fuoco sono sul posto ed è stato fatto intervenire l'elicottero della Regione Toscana.

EMERGENZA IN TUTTA LA TOSCANA. Sono in corso le operazioni di bonifica per altri tre incendi a Castiglione, subito spenti grazie ai presidi lasciati nella zona. Sempre difficili le operazioni in atto da domenica a Fognano, nel comune di Montale (Pistoia), per contenere le fiamme che in questo caso hanno attaccato le chiome degli alberi e perciò le operazioni di spegnimento sono ancora più difficili.

Preoccupa pure il rogo attivo a Saline di Volterra, nel Pisano, dove i vigili del fuoco presidiano alcune abitazioni. In tutte queste località sono a lavoro in forze i vigili del fuoco, i volontari e i mezzi aerei, sia elicotteri sia canadair, che si riforniscono anche oggi nel lago di Bilancino, in Mugello, presidiato dai pompieri. Situazione ancora difficile anche nel comune di Piancastagnaio (Siena), dove il grosso incendio scoppiato venerdì non è ancora stato spento.

Campania: un morto a Giugliano

Sono tre i focolai ancora attivi su Napoli città. Se a via Petrarca la situazione sembra scemare, con solo qualche fumarola da estinguere, i vigili del fuoco sono ancora impegnati per spegnere i roghi sviluppatasi al Parco Troisi di Ponticelli, e a Masseria Grande, a Pianura. Un commerciante di 53 anni è morto precipitando dal tetto del suo capannone a Giugliano (Napoli). L'uomo vi era salito preoccupato per le fiamme che si stavano propagando, dopo che le stesse avevano attaccato anche il capannone vicino dove si producono cassette in legno, quando un lucernario ha ceduto facendolo precipitare sbattendo la testa.

ANCORA TRE FOCOLAI. In via Petrarca le fiamme che hanno interessato il costone a monte e a valle del costone, hanno lambito alcuni edifici, compresa la residenza dei Gesuiti. Diversi residenti sono stati evacuati a causa del fumo dall'odore acre che ha invaso l'area. E tre bombole di gas sono state allontanate prima che entrassero a contatto con le fiamme. Gli altri due incendi, quello di Ponticelli e quello di Pianura, vanno avanti dalla scorsa notte. Impegnata su vari fronti anche la polizia Municipale con personale richiamato in servizio da ieri per l'emergenza.

TRENI SOSPESI PER IL CILENTO. Gli incendi che stanno interessando la Campania non risparmiano nemmeno i binari e le linee ferroviarie. In particolare la circolazione dei treni è sospesa, dalle 15, tra Vallo della Lucania e Agropoli-Castellabate (linea Battipaglia - Sapri). È in corso l'intervento dei vigili del fuoco per spegnere le fiamme. Per garantire la mobilità sono stati attivati servizi sostitutivi con autobus tra le due stazioni. La clientela - informa Trenitalia - è adeguatamente assistita e informata sui motivi dell'interruzione e sulle soluzioni di viaggio alternative organizzate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso