Sala Barbato
3 Agosto Ago 2017 1307 03 agosto 2017

Milano, sollevato dall'incarico il comandante dei vigili

Il sindaco Beppe Sala ha confermato che Antonio Barbato sarà destinato ad altro incarico «al di fuori della polizia locale». La reggenza della Polizia locale passa ora a Paolo Ghirardi.

  • ...

Il comandante dei vigili di Milano Antonio Barbato sarà destinato ad altro incarico «al di fuori della polizia locale». Il 3 agosto il sindaco Giuseppe Sala lo ha annunciato dopo il parere del comitato per la legalità del Comune e dopo aver parlato con lo stesso Barbato che ha chiesto lo spostamento. «La reggenza della Polizia locale di Milano - ha aggiunto - sarà assunta temporaneamente dal vice comandante Paolo Ghirardi».

DECISIONE SU INDICAZIONE DEL COMITATO LEGALITA'. «Oggi, a seguito delle necessarie verifiche mie e del Comitato per la Legalità, la Trasparenza e l'Efficienza amministrativa del Comune di Milano sui fatti emersi in questi giorni, mi sono confrontato con il Comandante» ha spiegato Sala. «Il Comandante - ha aggiunto - mi ha chiesto di essere destinato ad altro incarico all'interno dell'Amministrazione comunale. Apprezzando la sensibilità dimostrata da Barbato e tenendo in considerazione i 35 anni di servizio prestati per Milano, ho chiesto al Direttore Generale del Comune di individuare una nuova collocazione al di fuori della Polizia locale».

«Non ho l'istinto del giustiziere, non mi sembra giusto farlo. Mi dispiace per Barbato ma obiettivamente ha fatto una sciocchezza. Credo che per questo fosse impossibile che rimanesse al suo posto», ha continuato il primo cittadino. «Mi dispiace un po' per lui per la sua storia personale, è un ex Martinitt con 35 anni di servizio». Sala ha peròà voluto precisare che Barbato «non è stato esonerato ma ha chiesto di essere destinato ad altro incarico. Considerando tutto quello che è successo, è incompatibile con la guida del corpo dei vigili».

INDAGINE PER UN'INCHIESTA SU INFILTRAZIONI MAFIOSE. Barbato è stato coinvolto in un'indagine sulle infiltrazioni mafiose in appalti nella vigilanza privata e in una catena della Gdo, a Milano per la compilazione di un verbale giudiziario. Nell'inchiesta sono finite dichiarazioni del comandante della Polizia locale del capoluogo e alcuni suoi incontri con un 'intermediario' poi scoperto essere un presunto esponente del clan Laudani, Domenico Palmieri, ex dipendente provinciale, arrestato in quell'indagine. Come ha spiegato a fine luglio l'assessore alla Sicurezza Carmela Rozza: «Sul piano formale e sostanziale non c'è nessuna illegalità, ma c'è una questione legata a un punto di vista etico e gestionale».

IL VICE NOMINATO AD INTERIM. Il vice comandante della Polizia locale Paolo Ghirardi «farà le funzioni di Barbato solo per un periodo. Non sappiamo ancora dire chi sarà il futuro comandante - ha aggiunto il sindaco -, ma bisogna trovare una persona di livello che dovrà guidare un corpo con oltre tremila persone, con una situazione come quella di Milano, che è positiva ma dove serve anche grande attenzione». Le due strade per trovare il nuovo comandante della Polizia locale potrebbero essere quelle del bando pubblico oppure «di un distacco dai corpi di Polizia - ha concluso -. Bisogna fare in fretta ma non voglio rischiare di fare una scelta affrettata perché è una questione delicata».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso