Cortina D'ampezzo Bomba D'acqua
5 Agosto Ago 2017 0926 05 agosto 2017

Maltempo, tragedia a Cortina d'Ampezzo. Un morto

L'improvvisa bomba d'acqua che si è abbattuta sul comune in provincia di Belluno, oltre a provocare ingenti danni, ha causato anche un decesso.

  • ...

Carla Catturani, 60 anni, stava rincasando da una sagra con a bordo della propria automobile, una Fiat Panda, quando una colata di fango e detriti, causata dalle forti e improvvise precipitazioni che si sono abbattute su Cortina d'Ampezzo - e più in generale nel bellunese - l'ha trascinata a valle facendole perdere la vita.

LA VITTIMA. La donna, un medico anestesista in pensione, è stata travolta su un ponte della statale 51, che dalla località Ampezzana porta a Passo Tre Croci. L'imponente slavina ha fatto scivolare la vettura con Catturani a bordo nell'alveo del torrente tra Riogere e Lago Scin. A trovare il corpo senza vita è stata la squadra cinofila del soccorso alpino.

DANNI E DISAGI. Le aree interessate dall'intenso fenomeno temporalesco sono state quelle della zona del Cristallo. Interrotta anche la strada dolomitica in tre punti: a Rio Gere, al Lago Scin e in località Alverà dove i pian terreni di una decina di case sono stati invasi e anche diverse automobili hanno avuto dei danni.

Già al lavoro le squadre della Protezione Civile e dei Vigili del Fuoco per liberare le strade e agevolare così i soccorsi. Nel frattempo è stato evacuato a titolo precauzionale il personale del ristorante 'Lago Scin' che si trova a ridosso del punto in cui si sono concentrate le violente precipitazioni.

IL GOVERNATORE DEL VENETO SUL LUOGO. A Cortina d'Ampezzo è previsto anche l'arrivo di Luca Zaia. Il governatore della regione Veneto è infatti atteso per un primo sopralluogo dell'area interessata della frana detritica.

FIDUCIA DEGLI ALBERGATORI. Per la presidente dell'Associazione albergatori di Cortina d'Ampezzo, Roberta Alverà, l'episodio «non dovrebbe avere conseguenze sulla stagione turistica già avviata. Normalmente quando succedono fatti di questo tipo tendenzialmente chi apprende le informazioni dalla stampa pensa ci sia un'area coinvolta più vasta ma i danni di oggi sono molto circoscritti. Sulla strada interessata non vi sono strutture turistiche ma solo villaggi di residenti locali».

STRADE ANCORA CHIUSE. Non sarà invece riaperta prima di un paio di giorni la strada regionale 48, che porta da Cortina a Misurina. L'esondazione del torrente, e il conseguente trascinamento a valle di massi, detriti e fango, hanno reso impraticabile il tratto stradale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso