Fotografo
5 Agosto Ago 2017 1133 05 agosto 2017

Modella inglese rapita a Milano e messa in vendita in rete

La giovane cittadina britannica sarebbe stata attirata su un finto set fotografico, drogata e sequestrata. Liberata dopo una settimana, il suo carceriere è stato arrestato.

  • ...

Era arrivata a Milano con la speranza di ottenere un lavoro. Ad attirarla era stato un annuncio per un casting in Lombardia. Una modella inglese ventenne è passata dall'inseguire un sogno a voler scappare da un incubo. Finita su un fasullo set fotografico nei pressi della Stazione Centrale di Milano, la ragazza è stata drogata e sequestrata per poi venir messa in 'vendita', forse a fini sessuali, sul dark web. Base d'asta in Bitcoin pari a circa 300 mila euro.

SEQUESTRO LAMPO. La giovane sarebbe stata prigioniera dall'11 al 17 luglio per poi venier rilasciata da uno dei suoi carcerieri, un anglo-polacco poi fermato dalla polizia. L'uomo, portato in caserma, avrebbe poi confessato. Secondo le prime ricostruzioni la modella sarebbe stata liberata perché nessuno era disposto a ottenere il riscatto richiesto. Così la decisione di scarcerare la vittima e portarla al Consolato britannico di Milano. Qui la polizia lo ha fermato e poi arrestato a titolo precauzionale.

CHI È IL SEQUESTRATORE. Ad aver rapito la giovane è stato un polacco di 30 anni, con i tratti caratteriali del mitomane. Lukasz Pawel Herba, incensurato residente in Gran Bretagna. L'uomo, dopo l'arresto, ha dichiarato di far parte del Black death group presunta organizzazione del cosiddetto deep web.

TRUFFA O REALTÀ. Al momento gli inquirenti stanno indagando per capire se il sequestro fosse una truffa sul web a danno degli ipotetici acquirenti o se invece l'obbiettivo fosse davvero la creazione di un racket volto a creare nuovi schiavi online del sesso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso