Kenya Elezioni Scontri
12 Agosto Ago 2017 1353 12 agosto 2017

Kenya, elezioni macchiate di sangue innocente

Violenti scontri a Nairobi dopo la del presidente Kenyatta: almeno 10 morti. Fra le vittime anche una bambina di 9 anni. 

  • ...

Il Kenya si sveglia nel sangue il giorno dopo l'esito del voto alle elezioni presidenziali. Almeno 24 persone sono morte durante i disordini scoppiati in seguito alla proclamazione di Uhuru Kenyatta. Secondo la ong Kenya National Commission on Human Rights, 17 persone sono state uccise nella sola capitale Nairobi. Il conteggio, ha aggiunto l'ong, è basato su testimonianze e racconti di familiari.

BIMBA DI 9 ANNI UCCISA DA PALLOTTOLA VAGANTE. Un uomo a Nairobi ha denunciato che la figlia di nove anni è rimasta uccisa da una pallottola vagante durante gli scontri tra polizia e sostenitori dell'opposizione, dopo l'annuncio nella serata di venerdì 11 agosto dopo diversi giorni di conteggio dei voti, qundo la commissione elettorale ha sancito la vittoria di Kenyatta, che da parte sua ha rivolto un appello all'unità nazionale. Odinga, il principale avversario alle urne, ha invece ha denunciato brogli. Wycliff Mokaya, il padre della bimba, ha affermato che la figlia era al balcone di un edificio nella zona nord della capitale, «a giocare con i suoi amici, quando improvvisamente è caduta a terra».

La polizia kenyana ha affermato che le uccisioni sono da collegarsi a episodi di sciacallaggio. I corpi, hanno scritto i media, sono stati portati all'obitorio. Diversi i feriti: nell'ospedale di Kisumu sono ricoverate quattro persone con ferite di arma da fuoco e almeno altre sei con traumi da pestaggio. Alcuni testimoni, citati da The Star, hanno raccontato che agenti della polizia compiono pestaggi nelle case. Le tv mostrano poliziotti in assetto antisommossa e che fanno uso di cannoni ad acqua nel sobborgo di Kibera, alle porte di Nairobi, altro territorio che ha votato in massa per Odinga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso