Vaccini: Zaia, Veneto impugna decreto
5 Settembre Set 2017 1928 05 settembre 2017

Vaccini, tra governo e Veneto scontro di competenze

L'esecutivo studia il ricorso contro il decreto che prevede una moratoria fino al 2019-20 per l'obbligo scolastico. Al centro l'organizzazione della sanità e la tutela della salute.

  • ...

È uno scontro sulle competenze quello che si giocherà sul fronte giuridico tra governo e Veneto sui vaccini. Uno scontro che, se può sottenderne un altro tutto politico, sul piano tecnico ruoterà attorno alle prerogative delle Regioni e a quelle statali.

MORATORIA FINO AL 2019. Dopo il decreto che in Veneto concede una moratoria fino all'anno scolastico 2019-2020, il governo è orientato a impugnare la norma di fronte al Tar del Veneto e sebbene non abbia ancora affidato un mandato formale a procedere, ha già avviato con l'Avvocatura dello Stato l'esame della questione. Il principio cardine su cui si farà leva è che sebbene la sanità sia una materia in gran parte concorrente, la salvaguardia della salute in quanto diritto fondamentale di ciascuno deve invece essere assicurata dallo Stato.

ESCLUSIVA COMPETENZA STATATLE. L'art. 117 del titolo V della Costituzione su Regioni, Province e Comuni definisce le competenze statali e regionali per materia E e specifica che la tutela della salute è una materia di competenza concorrente, a cui concorrono cioè tanto lo Stato quanto le Regioni; ma specifica anche l'esclusiva competenza statale nella «determinazione dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale». In altri termini, se è vero che l'organizzazione dei servizi sanitari sul territorio spetta alla Regione, non è però possibile che vi siano trattamenti e regole diversi a seconda degli orientamenti regionali al punto da intaccare tali diritti. Altro articolo centrale della Carta costituzionale, che entrerà in questa 'vertenza', è il 32 del Titolo II sui rapporti etico-sociali, che indica la salute come «fondamentale diritto» non solo «dell'individuo», ma anche della «collettività» e ne affida la tutela alla Repubblica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso