Violenza sessuale, 4 stagiste abusate
11 Settembre Set 2017 1824 11 settembre 2017

Roma, ragazza finlandese stuprata e rapinata

L'aggressore, un ragazzo di 23 anni originario del Bangladesh, è stato arrestato. Si era offerto di dare alla vittima un passaggio in macchina, vicino alla stazione Termini.

  • ...

Ha stuprato, picchiato e rapinato una ragazza finlandese di 20 anni nel centro di Roma, vicino alla stazione Termini. Per questo un 23enne originario del Bangladesh è stato arrestato dalla polizia. La violenza è avvenuta nella notte tra venerdì 8 e sabato 9 settembre. La giovane, dopo una serata trascorsa in compagnia di un'amica, è stata avvicinata dal ragazzo che si è offerto di darle un passaggio in automobile.

LA RAGAZZA STAVA CERCANDO UN TAXI. La vittima, arrivata in Italia da qualche giorno per lavorare come baby sitter, era appena uscita da un locale vicino alla stazione e stava cercando un taxi per tornare a casa. Si è fidata e ha accettato l'offerta dello sconosciuto, tranquillizzando l'amica titubante che invece è rimasta a cercare un taxi. Ma dopo aver fatto a piedi un centinaio di metri, il ragazzo ha tentato un approccio sessuale.

PICCHIATA CON UNA PIETRA. Nonostante le urla e i tentativi della giovane di divincolarsi, l'aggressore non ha desistito neppure quando una donna, sentendo le urla, si è affacciata alla finestra del suo appartamento e ha dato l'allarme. A quel punto il ragazzo ha minacciato di morte la sua vittima e dopo averla picchiata con una pietra l'ha costretta a seguirlo in una zona buia e appartata, dove l'ha obbligata a subire la violenza sessuale. Poi le ha rubato 40 euro ed è fuggito. La polizia lo ha arrestato poche ore più tardi, rintracciandolo in piazza Fiume.

LO STRANIERO AVREBBE UN PERMESSO PER MOTIVI UMANITARI. L'arrestato, in base alle prime informazioni trapelate sul suo conto, sarebbe in possesso di un regolare permesso di soggiorno per motivi umanitari e ha svolto diversi lavori nella Capitale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso