Dai che è verde

Mandragola
5 Ottobre Ott 2017 0915 05 ottobre 2017

Mandragola negli spinaci Bonduelle: ecco perché potrebbe diventare un bene rifugio

In passato alla pianta venivano attribuite proprietà magiche e curative e i suoi prezzi nel 600 schizzarono alle stelle. In un'epoca in cui fioriscono fake news anti scienza, chiunque abbia in freezer una confezione del lotto incriminato è meglio che se la tenga stretta.

  • ...

Mano di drago, pianta del paradiso, pianta del dio del castigo: misteriosa è l’origine del nome «mandragola». E misteriose sono le vie per le quali questa pianta leggendaria dagli effetti soporifero-allucinogeni-afrodisiaci (leggi le proprietà della pianta) è arrivata nel piatto di un’ignara famiglia milanese, mandandola all’ospedale con sintomi di amnesia e confusione mentale: sotto accusa una busta di spinaci surgelati Bonduelle prodotti in Navarra, regione pirenaica un tempo infestata dalle streghe, che evidentemente vi trovavano abbondante materia prima per la loro diabolica farmacopea.

UN VIAGGIO NEL TEMPO. A parte questo indizio, per ora non esistono evidenze incontrovertibili del legame fra spinaci Bonduelle e mandragola, anche se l’azienda per prudenza ha ritirato tutte le confezioni sospette. Buffo come una busta di surgelati da supermercato, emblema dello stile di vita contemporaneo fatto di pasti veloci e cucina ridotta al minimo, grazie a qualche foglia clandestina, apra un portale spaziotemporale verso epoche passate in cui la medicina era per l’80% fake news e per un misero 20 frutto di razionalità ed esperienza. Alla mandragola venivano attribuite proprietà miracolose in disturbi che ancora oggi stanno in cima ai nostri pensieri: insonnia, sterilità e soprattutto caduta del desiderio (e in effetti uno dei principi attivi della pianta si chiama scopolamina).

TALISMANO E RIMEDIO ANTI-STERILITÀ. Le matriarche bibliche e i fiorentini vogliosi come il Nicia della Mandragola di Machiavelli la usavano per avere figli, i generali dell’antichità come arma chimica per intontire il nemico, che intossicavano con barili di vino in cui la pianta era stata macerata, Giovanna d’Arco la portava addosso come talismano. Si diceva che la mandragola nascesse dalle gocce di urina emesse dagli impiccati, che fosse abitata da un demone, che la radice, dalla forma vagamente antropomorfa, fosse viva ed emettesse urla che potevano uccidere l’incauto raccoglitore. Ildegarda di Bingen, oggi tornata prepotentemente di moda, riteneva invece che rappresentasse l’uomo senza peccato, come nell’Eden, e per questo rendeva un po’ tonti.

LA BOLLA DEL SEICENTO. Secondo gli studiosi moderni, le bufale venivano diffuse appositamente per aumentare le quotazioni della mandragola sul mercato, già altissime: a fine Seicento una radice costava come lo stipendio annuale di un artigiano e fioriva il commercio di mandragole tarocche. A questo punto chi si ritrova in freezer una busta di spinaci Bonduelle appartenente al lotto incriminato (15986504-7222 45M63 08.29, chissà se cabalisticamente ha un qualche senso) farà bene a tenersela stretta. In un’epoca in cui si diffida dei vaccini e degli antibiotici non è così improbabile una rivalutazione della mandragola. E quella busta potrebbe diventare un prezioso bene-rifugio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso