MNB S Request Manager
6 Ottobre Ott 2017 1533 06 ottobre 2017

Catania, pensionato ucciso e gettato in un tombino

 I carabinieri hanno trovato il cadavere dell'uomo avvolto in un sacco. È stato freddato con un colpo di fucile alla testa. Fermo per il figliastro.

  • ...

Il cadavere di un pensionato incensurato di 71 anni, Domenico Citelli, ucciso con un colpo di fucile alla testa è stato trovato vicino casa sua a Pedara, nel Catanese. Il corpo era avvolto in un sacco legato con delle corde all'interno di un tombino. Gli investigatori escludono che il delitto sia maturato in ambienti della criminalità organizzata e indagano sulla sfera personale della vittima.

DUE MINORENNI SOSPETTATI. Due minorenni, il figliastro e un amcio, sono sospettati per l'uccisione dell'uomo, che era incensurato. Il delitto sarebbe dovuto ai forti contrasti tra Citelli e il giovane, che viveva con lui e che è il figlio della moglie dell' uomo, che da molto tempo era andata via di casa L'inchiesta è passata di competenza alla procura per i minorenni, nei cui ambienti ha trovato conferma la notizia. Le indagini sono state svolte da carabinieri del comando provinciali di Catania coordinati dal procuratore distrettuale Carmelo Zuccaro e dal sostituto Antonino Fanara. Titolari del fascicolo sono ora la procuratrice per i minorenni Caterina Ajello e il sostituto Valeria Perri.

RILIEVI NELL'ABITAZIONE DELL'UOMO. I carabinieri hanno eseguito dei rilievi deli rilevi attorno alla villa in cui è stato scoperto il corpo. Il luogo dove è avvenuto il delitto è una zona al confine tra i Comuni di Pedara e Nicolosi, abitata da vacanzieri o da catanesi che hanno la casa di villeggiatura. Sembra che l'uomo vivesse da solo e che fosse una persona molto riservata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso