Stefano Di Negro
22 Ottobre Ott 2017 1426 22 ottobre 2017

Architetto trovato morto in strada a Sarzana, cosa sappiamo

Giuseppe Di Negro, 50 anni, è stato trovato nella notte da due ragazzi. Gli inquirenti parlano di omicidio, ma non si esclude ancora l'ipotesi suicidio.Secondo l'autopsia è morto per un colpo di pistola sparato in bocca.

  • ...

Erano le 22.30 di sabato 21 ottobre quando due ragazzi lo hanno trovato in fin di vita sul ciglio di una strada di Sarzana (La Spezia). Poi l'arrivo del 118 e la disperata corsa in l'ospedale dove è arrivato ormai morto. È il mistero che circonda Giuseppe Stefano Di Negro, un architetto incensurato di 50 anni deceduto a causa di gravi lesioni alla testa. Il corpo, hanno spiegato le forze dell'ordine, è stato trovato a poca distanza dalla sua auto.

CHI ERA. Di Negro, sposato e con una figlia, era un architetto conosciuto in tutta la provincia della Spezia e nella vicina Lunigiana. Laureato al Politecnico di Milano, durante la sua attività ha redatto progetti nel settore pubblico e privato. La famiglia ha reso noto che era una persona ben voluta e che conduceva una vita normale.

LE INDAGINI. Dopo diverse speculazioni e ipotesi l'autopsia a mostrato che l'uomo è morto per un colpo di revolver calibro 38 sparato in bocca. Il proiettile, pur provocando una profonda ferita nella zona occipitale del cranio, è stato ritenuto e trovato dal medico legale in sede autoptica. Secondo quanto appreso, la polizia è orientata dunque a considerare la morte di Di Negro un suicidio. Il proiettile rinvenuto nel cranio dell'uomo durante l'autopsia è compatibile con il revolver calibro 38 special di proprietà del padre di Di Negro, pistola che secondo quanto appreso non si troverebbe più in casa del genitore dell'architetto. La questura non ha comunque ancora confermato il ritrovamento dell'arma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso