Piazza San Carlo
6 Novembre Nov 2017 1119 06 novembre 2017

Torino, Appendino e il questore indagati per piazza San Carlo

Notificati i primi avvisi di garanzia  per il caos durante la finale di Champions League del 3 giugno 2017. Una ventina i destinatari.

  • ...

È cominciata a Torino la notifica dei provvedimenti giudiziari nell'inchiesta sui fatti di piazza San Carlo. La prima destinataria è, secondo quanto si è appreso, una funzionaria del Comune che si occupò della serata del 3 giugno. A procedere è la procura di Torino.

UNA VENTINA DI INDAGATI. Tra le persone che hanno ricevuto gli avvisi di garanzia anche la sindaca di Torino Chiara Appendino e il questore Angelo Sanna. «Pochi minuti fa mi è stato notificato dalla procura di Torino un avviso di garanzia per i fatti di piazza San Carlo», ha confermato la sindaca stessa in una nota. «Offrirò come sempre la massima collaborazione agli inquirenti poiché è interesse di tutta la cittadinanza che vengano ricostruiti i fatti e definite le responsabilità di ognuno». Sarebbero in totale una ventina gli indagati, tutti tra i vertici della città, per i quali sarebbe anche cambiata la gravità delle accuse.

L'AGGRAVANTE DEL CONCORSO. Ai reati già contestati, cioè lesioni e omicidio colposo, si aggiungerebbe anche l'aggravante di avere agito in concorso tra più persone. A oggi gli indagati erano due: Maurizio Montagnese e Danilo Bessone, presidente e direttore di Turismo Torino, l'ente incaricato dell'allestimento di piazza San Carlo per la partita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso