Roberto Spada
10 Novembre Nov 2017 1523 10 novembre 2017

Ostia, i pm: «Spada soggetto che comanda e dà ordini»

Così definiscono l'aggressore della troupe Rai alcuni collaboratori di giustizia nei verbali citati nel decreto di fermo: «Ha un ruolo di vertice all'interno del clan».

  • ...

«Un soggetto che comanda e che può dare ordini all'interno del sodalizio». Così definiscono Roberto Spada alcuni collaboratori di giustizia in verbali citati nel decreto di fermo per la vicenda dell'aggressione avvenuta il 7 novembre scorso a Ostia ai danni di un giornalista della Rai e del cameraman. Nel provvedimento di 20 pagine i pm Giovanni Musarò e Ilaria Calò ricostruiscono il contesto criminale e mafioso in cui si è consumata la vicenda.

«UN RUOLO DI VERTICE NEL CLAN». In particolare per definire la figura del fermato, che ha «precedenti che risalgono agli Anni 90 per reati di furto e ricettazione», i magistrati citano le «dichiarazioni rese dai collaboratori di giustizia Micheal Cardoni e Tamara Ianni» che su Spada hanno reso in passato «dichiarazioni convergenti» affermando che «appartiene all'omonimo clan con un ruolo di vertice».

«ESTORSIONE AGGRAVATA DAL METODO MAFIOSO». Entrambi sostengono che il fermato «coordina il ramo del sodalizio dedito al traffico e alla cessione di sostanze stupefacenti». Secondo i pentiti il fratello di "Romoletto", si «è reso responsabile» - è detto nel decreto - «di una estorsione aggravata dal metodo mafioso, appropriandosi di una abitazione» di una persona «che non gli aveva pagato una partita di sostanza stupefacente».

Intanto, il prefetto di Roma ha convocato a Ostia il 14 novembre il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza, alla presenza della sindaca di Roma, dei vertici delle forze dell'ordine e del rappresentante della procura distrettuale Antimafia, per modulare, «anche alla luce dei gravi episodi verificatisi nei giorni scorsi, il sistema di controllo del territorio in vista del turno di ballottaggio previsto per domenica 19 novembre per l'elezione del presidente del Municipio X di Roma Capitale»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso