101210160546
11 Novembre Nov 2017 1748 11 novembre 2017

Torino, insultata e presa a calci a 15 anni perché di colore

L'episodio denunciato da una ragazza promessa del basket. Sull'autobus un uomo l'ha picchiata e le ha detto: «È inutile che tu vada a scuola, tornatene al tuo Paese».

  • ...

Un episodio di violenza razzista contro una ragazzina, insultata e presa a calci, sull'autobus, perché di colore. Una studentessa di quindici anni, promessa del basket, papà originario di un Paese africano e mamma italiana, ha presentato una denuncia ai carabinieri di Grugliasco, nell'hinterland di Torino. «Appena salita sull'autobus, un uomo sui sessant'anni, senza nessun motivo, mi ha sferrato un forte calcio al ginocchio sinistro», è il racconto della giovane secondo quanto riportato sulle pagine locali del quotidiano La Stampa.

«È INUTILE CHE TU VADA A SCUOLA». La giovane si stava recando a scuola, come ogni mattina, zaino sulle spalle e cuffiette alle orecchie. «Mi sono spostata, ho tentato di far finta di nulla, ma quell'uomo continuava a fissarmi», ha raccontato al quotidiano torinese. Mi ha detto: «È inutile che tu vada a scuola, tanto finirai sulla strada. Torna al tuo Paese...». Frasi condite da parole razziste, insulti e offese. Intorno nessuno è intervenuto. La ragazzina è arrivata a scuola in lacrime, poi la decisione di denunciare l'episodio, sostenuta dal presidente della squadra di basket per cui gioca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso