Ostia 7
14 Novembre Nov 2017 1459 14 novembre 2017

Ballottaggio a Ostia, l'esercito vigilerà sul deposito delle schede

La questura di Roma ha deciso che polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza monitoreranno il deposito delle schede elettorali e vigileranno 24 ore su 24 fino alla chiusura dei seggi.

  • ...

Agenti in borghese, militari dell'esercito che vigileranno sul deposito delle schede e forze dell'ordine pronte a presidiare h24 i seggi elettorali già dal giorno prima. Sarà un ballottaggio super-monitorato quello del 19 novembre al Municipio di Ostia, che si appresta a scegliere il suo nuovo presidente dopo due anni di commissariamento per mafia. In corsa la candidata M5S, Giuliana Di Pillo, e quella del centrodestra, Monica Picca.

VERTICE PRELIMINARE CON IL MINISTRO MINNITI. L'aggressione alla troupe della Rai da parte del clan Spada e la presenza della criminalità organizzata sul territorio hanno portato all'innalzamento del piano sicurezza, così come concordato nel comitato provinciale nella sede del Municipio al quale ha partecipato anche il ministro dell'Interno, Marco Minniti, e il procuratore aggiunto Dda, Michele Prestipino. Attenzione particolare sarà prestata nelle zone del quartiere ritenute «più a rischio», come il litorale di Ponente e Nuova Ostia, dove Roberto Spada ha picchiato il giornalista Daniele Piervincenzi.

APPLELLO DI MINNITI E RAGGI AL VOTO. Sarà una «vigilanza discreta che dovrà rispettare il libero percorso dell'elettore nella sua decisione e controllare che non ci siano condizionamenti», ha sottolineato Minniti che ha rilanciato l'appello ad andare alle urne. «Sono convinto», ha detto nel vertice del 14 novembre, «che la migliore risposta sia la partecipazione al voto». Quello che si teme sul litorale, infatti, è che il ballottaggio possa stabilire l'ennesimo record negativo di affluenza, dopo il clamoroso 36% del primo turno. E così anche la sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha evidenziato la «grande prova di democrazia» che si trovano ad affrontare gli oltre 185mila elettori del decimo municipio. «Ribadisco l'importanza di andare al voto. È importante per i cittadini esprimersi liberamente».

Per il voto di domenica saranno in campo anche Digos e Squadra Mobile, oltre all'utilizzo di unità cinofile e Reparto Prevenzione Crimine. È previsto anche l'impiego di personale specializzato nella gestione della folla, bonifiche dei luoghi ed acquisizione prima, durante e dopo le manifestazioni, di immagini da parte della Polizia Scientifica. Il dispositivo di sicurezza messo in piedi per il ballottaggio sarà, però, solo il primo tassello di una lunga serie di attività di prevenzione e contrasto delle attività criminali.

POLEMICE TRA M5S E FDI. Il 15 il ministro sarà nella sede della Federazione Nazionale della Stampa per incontrare i giornalisti e «per parlare di come rafforzare il sistema di garanzie per la libera espressione della professione e della stampa». Intanto, alla vigilia del ballottaggio incalza la campagna elettorale, con Giorgia Meloni che accusa il M5S di «usare le istituzioni per la campagna elettorale». «A cinque giorni dal ballottaggio», ha scritto la leader di FdI, «il sindaco M5S Raggi va a Ostia per presentare il nuovo modello di raccolta differenziata dei rifiuti». «Non accettiamo lezioni di morale da persone come la Meloni che, ad Ostia, ha candidato personaggi che strizzano l'occhio agli Spada», la replica del parlamentare pentastellato Massimo Baroni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso