Bali6
27 Novembre Nov 2017 0837 27 novembre 2017

Bali, il vulcano Agung minaccia l'isola: le cose da sapere

Si avvicina l'esplosione del cratere dopo la ripresa dell'attività eruttiva che ha interrotto una quiete durata oltre 50 anni. Aeroporti chiusi e 100 mila persone evacuate: l'Inonesia proclama il più alto livello di pericolo.

  • ...

Sono ore di ansia e preoccupazione quelle vissute dall'Indonesia per la possibile, imminenente, eruzione del vulcano Agung sull'isola di Bali. Migliaia di turisti sono bloccati col fiato sospeso in attesa di un evento che pare ormai inevitabile dopo che il cratere si è riempito di lava. Secondo l'Ufficio nazionale per la gestione dei disastri, «la lava si riverserà sicuramente lungo le pendici del vulcano».

Dichiarato il più alto livello di allerta

Le autorità locali hanno diramato il più alto livello di allerta disponibile e hanno chiuso gli aeroporti, a dispetto delle previsioni che lasciavano trapelare ottimismo sull'evoluzione dell'attività eruttiva ripresa lo scorso 21 novembre dopo una quiete che durava dal 1963.

Evacuate 100 mila persone nell'area considerata a rischio

La zona interdetta attorno al vulcano, che si trova a 75 chilometri dalla località turistica di Kuta, è stata allargata a 10 chilometri e agli abitanti che vivono in quest'area è stato chiesto di evacuare: sono 100 mila le persone che hanno dovuto lasciare le proprie case da quando il monte Agung ha iniziato a sputare fumo.

Distribuite migliaia di maschere protettive

Migliaia di maschere protettive sono state distribuite agli abitanti. L'aeroporto internazionale di Denpasar, capitale della provincia di Bali, è stato chiuso, causando uno stop ai viaggi di decine di migliaia di persone. Centinaia i voli cancellati. Le autorità hanno comunicato di aver messo a disposizione 100 autobus per caricare i passeggeri in attesa nell'aeroporto internazionale dell'isola e trasportarli ai traghetti con i quali potranno raggiungere l'isola di Java e da lì decollare verso casa.

Le colate di fango minacciano la popolazione

Un video diffuso dell'agenzia indonesiana per l'attenuazione degli effetti delle catastrofi mostra acqua e detriti vulcanici scorrere lungo i pendii del vulcano, mentre la pioggia sta cadendo sull'isola. Il portavoce dell'agenzia Sutopo Purwo Nugroho ha detto che la colata di fango e cenere vulcanica miste ad acqua potrebbe ingrossarsi in quanto a Bali è in corso la stagione delle piogge. Le colate di fango possono muoversi rapidamente e sono un killer frequente durante le eruzioni vulcaniche.

L'eruzione del 1963 fece 1.600 morti

Il vulcano Agung, la cui bocca si trova a poco più di 3 mila metri sul livello del mare, aveva già dato i primi segnali di vita ad agosto. Ma ad ottobre sembrava essersi placato. Quando eruttò nel 1963 Agung causò circa 1.600 morti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso