Maria Grazia Cutuli
29 Novembre Nov 2017 1423 29 novembre 2017

Omicidio Cutuli, 24 anni ai due imputati afgani

Mamur e Zar Jan, entrambi di etnia pashtun, hanno ascoltato il verdetto tramite video-conferenza. Imposto anche il risarcimento danni ai familiari della giornalista e alla Rcs per 250 mila euro. 

  • ...

La Corte d'Assise di Roma ha condannato a 24 anni di reclusione i due afgani accusati dell'omicidio dell'inviata del Corriere della Sera Maria Grazia Cutuli, avvenuto il 19 novembre 2001. La sentenza è stata emessa nei confronti di Mamur e Zar Jan, entrambi di etnia pashtun, che hanno ascoltato il verdetto tramite video conferenza.

IMPOSTO IL RISARCIMENTO DANNI. Per l'agguato in cui morì l'inviata del Corriere della Sera, i due afgani stanno scontando in patria rispettivamente 16 e 18 anni di reclusione. La corte d'Aassise di Roma ha inflitto ai due imputati anche il risarcimento danni ai familiari della giornalista e alla Rcs per 250 mila euro.

IL PM AVEVA CHIESTO 30 ANNI. A conclusione della requisitoria il pm Nadia Plastina aveva chiesto la condanna dei due imputati a 30 anni ciascuno in quanto colpevoli di omicidio e rapina. Quest'ultima accusa si riferiva al furto, insieme con altri ancora non identificati, di una radio, un computer e di una macchina fotografica appartenuti a Maria Grazia Cutuli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso