Nadia Toffa
Aggiornato il 03 dicembre 2017 2 Dicembre Dic 2017 1622 02 dicembre 2017

Le Iene, malore per Nadia Toffa: ricoverata in rianimazione

Segni di miglioramento per l'inviata della trasmissione televisiva. Trasferita al San Raffaele di Milano. Secondo i parenti è vigile e cosciente. E lei sui social ringrazia i fan: «Bella botta. Ma tengo duro».

  • ...

Nadia Toffa è vigile e cosciente. L'inviata del programma Mediaset Le Iene, ricoverata il 2 dicembre al San Raffaele di Milano per un malore, avrebbe passato una notte tranquilla. Il 3 è prevista per lei una giornata di esami e controlli. In casi del genere, le novità cliniche sulla prognosi sono attese non prima di 24-48 ore.

PRIMO RICOVERO A TRIESTE. Toffa era stata ricoverata in gravi condizioni per un malore all'ospedale di Cattinara di Trieste. La 39enne, si trovava in un albergo del centro quando si è sentita male e avrebbe perso conoscenza. Giunti i soccorsi, è stata portata in ambulanza ed è ricoverata nel Reparto di rianimazione, per poi essere trasferita a Milano.

TOFFA: «BELLA BOTTA, MA TENGO DURO». «... Volevo ringraziare tutti quelli che mi sono stati vicino... ho preso una bella botta, ma tengo duro. Adesso parlo con i medici e cerchiamo di risolvere questa scocciatura. Stasera le Iene me le guardo da questo lettino, e vediamo che combinano senza di me... Torno presto». È stato invece il messaggio che Nadia Toffa ha voluto pubblicare sul profilo Facebook delle Iene.

“... volevo ringraziare tutti quelli che mi sono stati vicino... ho preso una bella botta, ma tengo duro. Adesso parlo...

Geplaatst door Le Iene op zondag 3 december 2017

L'inviata si è sentita male intorno alle 14 nella sua camera. A Trieste era già stata più volte per servizi televisivi, per esempio quelli sulla situazione dell'impianto siderurgico Ferriera di Servola. Toffa più volte ha avvicinato, o ha tentato di avvicinare, anche la presidente della Regione Friuli-Venezia Giulia, Debora Serracchiani, con la quale c'è stata qualche schermaglia verbale.

«PATOLOGIA CEREBRALE DA DEFINIRE». La direzione della Azienda sanitaria universitaria Trieste ha precisato che la «prognosi è riservata per patologia cerebrale in fase di definizione». Probabilmente Toffa sarà trasferita al San Raffaele di Milano con un elicottero. Toffa è ricoverata nella Terapia Intensiva dell'Arta (Anestesia rianimazione terapia antalgica).

La nostra Nadia non è stata bene. Ci stiamo tutti prendendo cura di lei. Vi terremo informati.

Geplaatst door Le Iene op zaterdag 2 december 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso