Ryanair
4 Dicembre Dic 2017 1844 04 dicembre 2017

Ryanair nel mirino dell'Antitrust: non informa i passeggeri

Il garante della concorrenza ha avviato un procedimento contro la compagnia irlandese che continua a non informare i passeggeri sui loro diritti dopo il caos dei voli cancellati.

  • ...

L'Antitrust ha avviato un procedimento di inottemperanza contro Ryanair perché continua a non informare i passeggeri sui loro diritti dopo il caos dei mesi scorsi dovuto alla cancellazione di voli per mancanza di piloti in servizio. La compagnia low cost rischia sanzioni fino a 5 milioni. L'apertura del procedimento è arrivata dopo che Ryanair non ha ottemperato alle richieste fattegli dall'Antitrust (attraverso un provvedimento cautelare) per informare in modo chiaro, semplice e trasparente i suoi clienti sui loro diritti in caso di cancellazione di voli.

COMPAGNIA GIA' SANZIONATA DAL TAR. La compagnia low cost doveva anche rendere queste informazioni facilmente accessibili sul proprio sito in lingua italiana. L'azienda irlandese low cost, non solo non ha ottemperato alle richieste fatte dall'Antitrust a tutela dei viaggiatori italiani, ma ha anche impugnato il provvedimento davanti al Tar del Lazio. Il 22 novembre il giudice amministrativo ha respinto le richieste di Ryanair. Anche dopo questa decisione la compagnia irlandese ha continuato a ignorare le richieste dell'Antitrust italiano.

VERSO UNA MULTA DA 5 MILIONI .Dopo l'ordinanza del Tar infatti, Ryanair «non ha trasmesso all'Autorità alcuna comunicazione al riguardo, né risulta che abbia posto in essere azioni volte a ottemperare al provvedimento dell'Autorità» hanno fatto sapere dall'Antitrust. A questo punto è scattato la procedura per inadempienza che può comportare una multa fino a 5 milioni di euro. In particolare, l'Antitrust, aveva ordinato a Ryanair di informare i consumatori italiani circa la sussistenza non solo del diritto al rimborso e/o alla modifica gratuita del volo cancellato ma anche alla compensazione pecuniaria.

MANCA LA COMUNICAZIONE DELLE TRATTE CANCELLATE. Ryanair doveva anche comunicare l'elenco completo delle date, delle tratte e del numero di ogni volo cancellato in relazione al quale è sorto non solo il diritto al rimborso e/o alla modifica gratuita del volo ma anche alla compensazione pecuniaria. Infine la compagnia doveva informare sull'immediata fruibilità della procedura da seguire per richiedere il rimborso e/o la modifica gratuita del volo e la compensazione pecuniaria ad essi spettante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso