Fbi
23 Dicembre Dic 2017 1558 23 dicembre 2017

Progettava un attacco a Natale, ex Marine Usa arrestato

Stava orchestrando l'attentato a San Francisco. Ed era pronto a immolarsi nel nome dell'Isis. Smascherato da un agente dell'Fbi sotto copertura.

  • ...

Un possibile attacco a Natale sventato. E con il nemico "in casa". Gli Stati Uniti ripiombano nell'allarme terrorismo, anche se il Dipartimento per la Sicurezza nazionale e l'Fbi si sono affrettati a dire che «non ci sono al momento minacce credibili, ma restiamo vigili durante le festività». La storia è quella del marine Everitt Aaron Jameson, arrestato il 22 dicembre 2017 in California con l'accusa di essere l'orchestratore di un attentato a San Francisco.

«SONO ADDESTRATO PER LA GUERRA». «Natale è il giorno perfetto per un attacco», aveva detto a un agente dell'Fbi sotto copertura che lo ha smascherato e fermato. Jameson gli aveva spiegato che non avrebbe neanche avuto il problema di scappare, pronto a immolarsi e morire nel nome dell'Isis: «Sono stato addestrato per il combattimento e la guerra», aveva sottolineato riferendosi al sua esperienza nei Marine, dai quali è stato congedato per problemi di asma.

Le indagini dell'Fbi su Jameson sono iniziate alla metà di settembre, quando gli agenti lo hanno identificato online e lo hanno seguito constatando il suo sostegno al terrorismo e all'Isis

Il suo piano era pronto: un attacco il 25 dicembre, nell'area estremamente popolare del Pier 39 di San Francisco. Le accuse mosse nei suoi confronti sono di sostegno al terrorismo e di aver fornito risorse a un'organizzazione terroristica straniera, intrattenendo rapporti con gruppi vicini all'Isis anche via Facebook. Le indagini dell'Fbi su Jameson sono iniziate alla metà di settembre, quando gli agenti lo hanno identificato online e lo hanno seguito constatando il suo sostegno al terrorismo e all'Isis.

AVEVA SCRITTO UNA LETTERA DA MARTIRE. Sui suoi social media sono stati rinvenuti riferimenti e plausi ad attacchi stile San Bernardino o quello di New York, quando un camioncino è finito contro i passanti sulla pista ciclabile. Jameson online ha anche lodato l'immagine di un Babbo Natale che minaccia New York con della dinamite. Durante le perquisizioni nella sua abitazione, gli agenti hanno trovato due fucili e una pistola, ma anche una lettera da martire firmata con il suo nome. All'Fbi Jameson non ha mentito: sentito dagli agenti ha espresso il suo appoggio all'Isis e al terrorismo, e illustrato gli aspetti del suo piano per un attacco, dicendo che «sarebbe stato felice se si fosse realizzato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso