Libia: 'oleodotto minato da terroristi'
26 Dicembre Dic 2017 1803 26 dicembre 2017

Libia, terroristi fanno esplodere un oleodotto

L'attentato sarebbe stato operato da un commando di uomini armati. Al momento non ci sono rivendicazioni. Il prezzo del petrolio intanto sale vertiginosamente in Borsa.

  • ...

Un commando di uomini armati ha causato l'esplosione dell'oleodotto libico che porta al terminale di Al Sider (Sidra), in Cirenaica. Secondo fonti militari libiche, riporta il sito della Reuters, i terroristi sono arrivati sul posto a bordo di due vetture e hanno minato l'impianto con gli esplosivi. Non ci sono ancora rivendicazioni anche se fonti militari del Paese sostengono che sia stata opera dei miliziani dell'Isis. Un'azione che, secondo le prime stime, ridurrà l'export petrolifero libico nell'immediato di 90mila barili al giorno.L’oleodotto appartiene alla Waha, una sussidiaria della compagnia nazionale petrolifera Noc. Dopo l’esplosione l'azienda ha immediatamente interrotto l’estrazione di petrolio.

PUNTO STRATEGICO. Il terminale di Al Sider è sotto il controllo politico-militare del generale Khalifa Haftar e non è lontano da un altro terminale strategico, quello di Ras Lanuf. Questi due siti rappresentano i principali terminali del greggio libico.

PREZZO ALLE STELLE. Intanto il prezzo del petrolio è salito alle stelle. Il barile di Brent guadagna l’1.73% sul mercato di Londra e si porta a 66.38 dollari, mentre a New York il Wti rialza dell’1,68% a 59.45 dollari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso