Maltempo, chiude strada per Cervinia
8 Gennaio Gen 2018 1659 08 gennaio 2018

Maltempo, allarme valanghe: paesi isolati al Nord

In Val d'Aosta una slavina chiude la strada per Cogne. Bloccata per sicurezza anche quella per Cervinia. In Piemonte allerta massima.

  • ...

La Valle d'Aosta è di nuovo sotto la neve. Metà del territorio regionale è isolato a causa delle bufere, con accumuli superiori ai due metri oltre i 1.500 metri di quota. Il pericolo valanghe, esteso al Piemonte, ha raggiunto il livello massimo. La situazione più delicata a Cervinia, dove è stata disposta per la seconda volta in pochi giorni la chiusura della strada regionale: circa 5 mila persone, fra residenti e turisti, sono isolati fino alla revoca del provvedimento.

NELLA NOTTE PREVISTE ALTRE NEVICATE. «Dal mattino sono caduti a Plan Maison (2.561 metri di altitudine) 90 centimetri di neve e nella notte ne cadrà altrettanta. Non vorremmo dover gestire un'eventuale emergenza col buio. Per questo abbiamo consigliato al commissario di disporre la chiusura», ha spiegato Giuliano Trucco, guida alpina e membro della commissione valanghe. Martedì 9 gennaio anche scuole e impianti di sci saranno chiusi nella località turistica valdostana.

COGNE ISOLATA DA UN MURO DI NEVE ALTO OTTO METRI. A Cogne, invece, un'enorme valanga ha invaso la strada regionale poco sotto la frazione Epinel, formando un muro di 7-8 metri di altezza per circa 15 metri di lunghezza: il paese - un migliaio di abitanti - è rimasto isolato. Mezzi sono al lavoro per creare un varco. A Rhemes-Notre-Dame e Rhemes-Saint-Georges, a Valsavarenche e a Valgrisenche, nelle valli del Gran Paradiso, sono invece circa 250 le persone isolate a seguito della chiusura delle strade, sempre per pericolo valanghe. Mentre ad Ayas, nella zona del Monte Rosa, il sindaco Alex Brunod ha emesso un'ordinanza di sgombero per circa 100 persone a Champoluc: una settantina sono turisti ospiti dell'albergo Relais du glacier, i restanti sono residenti nella zona, i quali saranno alloggiati in sistemazioni alternative.

In Piemonte 250 millimetri di pioggia nelle ultime 24 ore

Per quanto riguarda il Piemonte, a creare problemi sono soprattutto le forti piogge. Nelle ultime 24 ore sono caduti infatti quasi 250 millimetri d'acqua.Per le zone montane occidentali è stata diramata un'allerta "arancione", mentre resta l'allerta "gialla" sulle altre aree alpine e sulle pianure del Torinese e del Cuneese.

CHIUSO IL VALICO CON LA FRANCIA. La strada provinciale che porta alla frazione Rochemolles di Bardonecchia continua a essere chiusa per il rischio di slavine. In provincia di Biella è caduta una frana sulla strada provinciale che da Ponzone porta a Pray, parzialmente interrotta. Nel Cuneese chiusa per neve la Statale 21 del Colle della Maddalena, valico internazionale con la Francia, tra Pietraporzio e il confine.

IN LIGURIA SITUAZIONE IN VIA DI MIGLIORAMENTO. In Liguria la situazione è in via di miglioramento. L'allerta è "gialla" come in Emilia-Romagna, dove sono previsti vento forte, mare mosso e criticità sulle coste per 24 ore. A tutto ciò si si aggiunge criticità idrogeologica dovuta al maltempo nei bacini emiliani occidentali e centrali. A causa delle condizioni meteo avverse, infine, sono stati sospesi i collegamenti con le isole Pontine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso