Morto Meningite
10 Gennaio Gen 2018 1506 10 gennaio 2018

Meningite, un morto e tre ricoveri in Sardegna

Quattro casi in pochi giorni. La vittima è un ragazzo di 19 anni, ucciso dal meningococco B, il più aggressivo. A Capodanno era stato in una discoteca a Cagliari.

  • ...

Un ragazzo di 19 anni morto e altri tre ricoverati per meningite: è successo in Sardegna, quattro casi nel giro di pochi giorni. La vittima è Luca Pisano, originario di Tortolì in provincia di Nuoro (leggi anche: Meningite, i numeri in Italia dal 2011 al 2016).

RICOVERATO IL 7 GENNAIO. Lo studente, che frequentava l’ultimo anno del liceo scientifico, era stato ricoverato la sera di domenica 7 gennaio in gravi condizioni all’ospedale di Lanusei. Poco dopo le 20 di martedì è morto a causa del batterio meningococco B, uno dei ceppi più aggressivi. La diagnosi è arrivata qualche ora più tardi.

AMICI PREOCCUPATI. Luca, questo il nome del ragazzo, aveva iniziato a stare male subito dopo Capodanno, che aveva trascorso in una discoteca di Cagliari insieme a un gruppo di amici. Tanto che adesso, tra i giovani che hanno frequentato gli stessi posti, è partita la psicosi.

PROFILASSI OBBLIGATORIA GIÀ ESEGUITA. L’azienda sanitaria di Lanusei, che aveva già messo in atto gli interventi di profilassi obbligatoria, ha chiarito il protocollo che riguarda le scuole: «L’unica documentazione da presentare è quella relativa alle vaccinazioni prevista dalla normativa».

GLI ALTRI TRE CASI IN SARDEGNA. Ma quello di Lanusei è il quarto caso di meningite in Sardegna nel giro di pochi giorni. Prima c’era stato il ricovero di una studentessa a Cagliari, poi quelli di un anziano e della sua bandate a Nuoro. Infine il caso più grave, che ha portato alla morte di Luca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso