Esercito
7 Febbraio Feb 2018 1810 07 febbraio 2018

Salvini rivuole la leva obbligatoria: mappa di come funziona nel mondo

Il segretario del Carroccio ha rilanciato il servizio militare obbligatorio: «È il meglio per la democrazia». Diversi Paesi lo hanno abolito. Ma nel mondo oltre trenta hanno ancora la naja.

  • ...

«Sì, penso che di fronte a rigurgiti razzisti e alla minaccia del terrorismo un esercito di leva sia meglio per la democrazia», è il rilancio del segretario della Lega, Matteo Salvini. Il leader del Carroccio lancia così la sua proposta per la reintroduzione di un periodo di servizio obbligatorio per i giovani: «Lo abbiamo messo in una proposta di legge che reintroduca il servizio di leva su base regionale per sei mesi. Farebbe il bene di tante ragazze e ragazzi».

NAJA ABOLITA NEL 2004. L'Italia ha detto addio al servizio militare obbligatorio nel 2004, dopo 144 anni. L'imposizione del servizio è stata infatti sospesa con la legge 226 del 23 agosto 2004. Quella legge dispose anche la chiamata alle armi fino alle 31 dicembre di quell'anno per tutti i nati entro il 1985 incluso. Ma nel mondo ci sono ancora oltre una trentina di Paesi che hanno la leva obbligatoria. Quasi tutti hanno una naja che non supera l'anno, anno e mezzo. Ma non mancano i casi eccezionali.

La Corea del Nord ad esempio è quella che richiede la permanenza più lunga sotto le armi, valida sia per uomini che donne. I cittadini nordcoreani sono chiamati alle armi da 5-8 anni per l'esercito, da cinque a 10 per la marina e da tre a quattro per l'aviazione. Ma una volta terminato il servizio i cittadini devono rimanere a disposizione per un servizio part-time fino al compimento del quarantesimo anno di età.

TRE ANNI DI SERVIZIO IN ISRAELE. Un altro Paese che chiede un certo impegno ai suoi cittadini è Israele che però differenzia a seconda del sesso: tre anni per gli uomini, due per le donne. Gran parte dell'Europa ha scelto di costituire eserciti di professionisti, ma non tutti hanno intrapreso questa strada. In particolare quelle nazioni che si trovano in snodi chiave delle tensioni geopolitiche. Ne è un esempio l'Estonia che ha un periodo di leva che va dagli 8 agli 11 mesi. Stesso discorso per la Norvegia (1 anno) e la Finlandia (6-12 mesi).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso