Sisma 160901154956
9 Febbraio Feb 2018 0937 09 febbraio 2018

Amatrice, Pirozzi indagato per il crollo di una palazzina

Il sindaco iscritto nel registro per il cedimento di uno dei tre palazzi di piazza Sagnotti in seguito al sisma del 24 agosto 2016. L'ipotesi di reato è di omicidio colposo.

  • ...

Il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, è stato iscritto nel registro degli indagati dalla procura di Rieti per il crollo di una delle tre palazzine di piazza Sagnotti in seguito al sisma del 24 agosto 2016. Insieme a Pirozzi, a quanto si apprende da fonti giudiziarie, risulterebbe indagate altre sette persone. L'ipotesi di reato contestata è di omicidio colposo. Nel crollo delle palazzine di piazza Sagnotti persero la vita 19 persone.

GLI ALTRI INDAGATI. Nell'inchiesta risultano indagati anche il geometra Ivo Carloni, in qualità di progettista e di direttore dei lavori, quattro tra tecnici e dirigenti del Genio civile di Rieti, Giovanni Conti, Valerio Lucarelli, Maurizio Scacchi e Maurizio Peron, il comandate della polizia municipale di Amatrice, Gianfranco Salvatore e il responsabile dell'Ufficio tecnico dello stesso Comune, Virna Chiaretti. A tutti, nell'avviso di conclusione delle indagini, la procura di Rieti contesta i reati di disastro colposo, omicidio colposo e lesioni personali colpose.

«NON RIUSCIRANNO A DISTRUGGERMI». «Noto con stupore che un magistrato che andrà in pensione il primo marzo ha notificato un avviso di conclusione indagini», si è immediatamente difeso Pirozzi. «Sono colpevole solo di aver assistito alla devastazione di una comunità. Mi pare lampante che qualcuno vuole distruggere un uomo, ma non ci riusciranno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso