Inchiesta Foggia Calcio resta a Milano
19 Marzo Mar 2018 1456 19 marzo 2018

Foggia calcio, commissaria la squadra dopo l'arresto di Sannella

Il gip di Milano ha accolto la richiesta del pm. Al centro dell'indagine il presidente dellla società Fedele Sannella, arrestato con l'accusa di riciclaggio.

  • ...

Il gip di Milano Giulio Fanales ha accolto la richiesta del pm Paolo Storari di commissariare il Foggia Calcio al centro di un'inchiesta della dda per riciclaggio che ha portato all'arresto, tra gli altri, del patron della società Fedele Sannella, la cui posizione è stata trasferita per competenza alla procura della cittadina pugliese. Il giudice ha nominato un commercialista di Bari amministratore giudiziario del club per un anno, indagato in qualità di ente, in relazione alla parte dell'indagine rimasta a Milano.

PER LA PRIMA VOLTA COMMISSARIATA SQUADRA. Con la decisione del gip Fanales, per la prima volta in Italia una squadra di calcio viene commissariata. E in questo caso si tratta del Foggia Calcio, serie B, finita indagata per la legge 231/2001 sulla responsabilità amministrativa degli enti a causa dei reati commessi dai vertici nell'interesse dell'azienda. Secondo l'indagine, un filone di quella sulle infiltrazioni mafiose in Lidl e Securpolice, Sannella avrebbe ricevuto e riciclato personalmente quasi 380 mila euro in contanti, poi reimpiegati nel Foggia Calcio sia attraverso la corresponsione di somme in nero agli atleti, agli allenatori e ai procuratori, sia mediante pagamenti funzionali alla gestione della società, come ad alcuni fornitori, cercando di ostacolare l'identificazione della provenienza illecita del denaro.

GUAI ANCHE PER L'EX COMMERCIALISTA. A ciò si aggiunge un altro milione e 700mila euro circa riciclato, in quanto frutto di evasioni fiscali, appropriazioni indebite e bancarotte commesse in precedenza nel mondo delle cooperative, da Massimo Ruggiero Curci il commercialista ed ex vice presidente onorario della squadra pugliese ai domiciliari dallo scorso dicembre e la cui posizione, a differenza di quella di Sannella, è rimasta a Milano. Inoltre nelle pieghe dell'indagine, in parte trasferita a Foggia, spunta ancora una volta un particolare non da poco: alcuni "appunti" nei quali si parla ancora dei "15.050 euro" 'in nero' che sarebbero stati versati a Roberto De Zerbi, attuale allenatore del Benevento e che, tra il 2014 e il 2016 ebbe lo stesso ruolo nel Foggia. Appunti attribuiti dal gip Fanales a Sannella.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso