Mika 131008120736
TELEVISIONE
8 Ottobre Ott 2013 1122 08 ottobre 2013

X Factor, Mika è la rivelazione

Il cantante di origini libanesi ha conquistato l'Italia.

  • ...

Mika con Simona Ventura, Morgan ed Elio: i giudici di X Factor 2013.

È una star internazionale, ha imparato l'italiano a tempo di record, si è ambientato subito tra gli altri giurati ed è portatore sano di una pungente ironia. I suoi riccioli, le fossette e lo sguardo pulito hanno poi fatto il resto.
L'arrivo di Mika nel cast della nuova edizione di X Factor si è rivelata una scelta più che azzeccata. Facendo dimenticare in un attimo (e senza rimpianto) Arisa, della quale ha preso il posto, e riuscendo a mettere in ombra anche la regina delle primedonne dell'italico tubo catodico, Simona Ventura.
LA SOPRESA DELL'EDIZIONE 2013. Se dalla settima stagione del reality (dopo le puntate dedicate alle selezioni, l'inizio della sfida in diretta è previsto per il 24 ottobre su Sky Uno Hd) usciranno un nuovo Marco Mengoni o un'altra Giusy Ferreri è presto per dirlo, ma intanto una cosa è certa: Mika è la vera rivelazione del 2013.
Del resto, con il cantante anglo-libanese gli autori sapevano di puntare sul sicuro, dopo il successo dello scorso anno nel duetto con Chiara Galiazzo, la vincitrice della sesta edizione di X Factor e già finita nel tritacarne televisivo delle pubblicità della Tim.
Con il suo glam internazionale e il suo background culturale (oltre all'inglese e all'italiano, parla francese e cinese), Mika svetta su tutti e per gli altri tre giurati non c'è gara.
LA FUGA DAL LIBANO. Terzo di cinque fratelli, il cantante è nato nel 1983 da madre libanese (di religione cristiano-maronita) e padre statunitense. A causa della guerra civile, la famiglia però fu costretta a lasciare il Libano per trasferirsi a Parigi e agli inizi degli Anni 90, dopo il rapimento del padre nell'ambasciata americana in Kuwait, la futura star della canzoncina superpop Grace Kelly sbarcò a Londra, dove frequentò il Lycée Français Charles de Gaulle, la Westminster School e il Royal College of Music.
Insomma, senza togliere nulla a Elio, Morgan e alla Ventura, siamo su un altro Pianeta.

Il Mikese è già cult: tra «sceltato», «ciuso» e «stilo»

Mika ottenne il successo internazionale con il tormentone Grace Kelly.

Ma il bello di Mika è che non se la tira. Tra rapper incinta di sei mesi, allevatori di suini che non ricordano il testo della canzone, cantanti in abiti tirolesi e gli immancabili casi umani, il suo sorriso e l'entusiasmo con la quale giudica le aspiranti popstar lo hanno già reso simpatico a tutti. Anche grazie ai suoi neologismi, già cult - «sceltato», «ciuso» e «stilo» per citarne alcuni -, e l'accento anglofono sulla «o» quando annuncia il suo: «Avanti il prossimo concorrente per favòoore».
«CANTI COME UN GATTO DROGATO». Pungente in un modo adorabile, appassionato ma anche spietato all'occorrenza, sempre estremamente educato, Mika è già una star del web nostrano grazie alle sue battute sui cognomi («Io parlo poco l’italiano ma capisco 'Pompa”») e le condanne definitive («Canti come un gatto drogato»), che dette da lui sembrano quasi complimenti.
«Ho scelto di partecipare perché mi piace l'energia di questo programma», ha spiegato l'artista. «All'inizio ero terrorizzato, ma dopo tre settimane mi sono sentito perfettamente a mio agio. Ho trovato tre amici pazzi e grazie a loro questa sfida, anche linguistica, è diventata una delle più belle esperienze della mia vita».
LO STRAFALCIONE DE LE NICES. Ecco, proprio sulla lingua è bene che quest'anno i concorrenti stiano attenti. La disavventura di tre improbabili wannabe (Le Nices) che tentano di cantare a cappella il successo delle Spice Girls è già un tormentone in Rete, a causa del loro stentato inglese che trasforma il ritornello «I wanna really really really» in un «I wanna willy willy willy», che nello slang d'Oltremanica suona come «voglio un pisello, pisello, pisello». Con tanto di Mika che si sganascia dalle risate ripetendo tra le lacrime lo strafalcione.


UN RIVALE PER MORGAN. Battuta dopo battuta, punzecchiata dopo punzecchiata, Mika in poche puntate si è conquistato la credibilità di ottimo giudice e perfetto intrattenitore con uno «stilo» unico che ha già soffiato a Morgan lo scettro di star più eccentrica del programma.
Tra dita e denti ingialliti dalla troppa nicotina, occhiaie, calvizie incipienti ed eccessi di botox (al lettore il divertimento di associare chi a cosa), tra i giudici lui è una boccata d'aria fresca.
Mika, per te è sicuramente un «sì».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso