Danielino Gomorra 140611165843
CRONACA E TIVÙ 19 Luglio Lug 2014 1258 19 luglio 2014

Gomorra, gli attori: «Non siamo eroi negativi»

D'Amore: «Ciro Di Marzio è una carogna, ora film su Eternit».

  • ...

Non si può distinguere in maniera semplice tra buoni e cattivi. la realtà è troppo complessa.
Marco D'Amore, Ciro di Marzio nella serie Gomorra, ha parlato a Salerno sugli intrecci tra fiction e realtà: «La storia, la letteratura, insegnano da sempre che il male fa parte della natura umana, sta noi scegliere da che parte stare. Gomorra mostra la faccia più oscena del cattivo, mostra il male assoluto senza filtri, può dar fastidio ma questo è, lo vediamo ancora oggi anche in altri posti del pianeta, Ciro e Genny sono due carogne».
SERIE CULT. La serie Gomorra, il 19 luglio al Giffoni Experience è stata osannata dalla critica e già venduta in oltre 60 Paesi.
Il boom ha travolto i protagonisti al di là probabilmente delle loro aspettative, ma D'Amore ed Salvatore Esposito, che interpreta Genny Savastano, non si sono montati la testa: dal giorno della prima puntata della messa in onda della serie le polemiche non si sono mai fermate, sulla fascinazione del male, sugli eroi negativi e negli ultimi giorni sull'inchiesta sulle presunte tangenti imposte alla casa di produzione Cattleya per l'affitto dei locali della villa dove si sono svolte le riprese.
PROSSIMO FILM SU ETERNIT. I due attori sono rimasti due ragazzi di sempre con una storia fatta di studio, gavetta e duro lavoro. «Ci rivediamo l'anno prossimo a Giffoni. Presenterò il film che ho deciso di produrre sul 'caso Eternit'. Mi dicevano tutti che non ce l'avrei fatta e invece per l'anno prossimo sarà pronto», ha annunciato D'Amore, che non ha voluto parlare dell'inchiesta: «Per formazione culturale tendo ad attenermi solo ai fatti dopo averli accertati.
GOMORRA EREDE DE LA PIOVRA. Gomorra erede de La Piovra? «Il paragone». ha proseguito Esposito, «ci fa onore. Significa che noi abbiamo cancellato 25 anni di televisione. La Rai dice che non vuole fare serie con eroi negativi. Io dico che Genny e Ciro sono negativi ma non sono assolutamente eroi. Camminare all'indietro è un limite del cinema italiano. In Italia le cose positive non fanno notizia».
D'Amore ha spiegato come sia «pensare che Gomorra sia solo un luogo geografico. Se si è onesti intellettualmente non si può non capire come sia, invece, un luogo della coscienza con cui bisogna fare i conti. Gomorra è stata venduta in tutto il mondo perché racconta del mondo».
«È svilente che al giorno d'oggi si continui a dividere il mondo in buoni e cattivi. Svegliamoci in Italia, perché fuori c'è un mondo che corre velocissimo. Parlando del mio personaggio, posso dire di aver fatto un percorso insieme a lui, provando ad approcciare alla sua storia senza pregiudizi», ha detto l'attore.
ESPERIENZA DI VITA. E se la serie rappresenta un'occasione di arricchimento dal punto di vista professionale, non va sottovalutata l'esperienza di vita: «La gratitudine e la solidarietà che abbiamo trovato sul territorio», ha fatto notare Esposito, «mi ha commosso. Abbiamo girato per nove mesi nelle zone cosiddette malfamate di Napoli del suo hinterland e ovunque abbiamo trovato chi ci ha aperto la porta, offerto un caffè. Mi rendo conto che tutto questo non faccia notizia. Ma bisogna sottolineare come tutto questo sia il segno evidente che non tutto lì è marcio».

Correlati

Potresti esserti perso