Ercole 140813185115
IN SALA 14 Agosto Ago 2014 0700 14 agosto 2014

Film novità 2014: «Hercules», «Plan 2» e «The stag»

Al cinema una nuova opera sull'eroe greco. .

  • ...

Un fotogramma di The Stag - Se sopravvivo mi sposo.

Per gli appassionati di cinema che hanno deciso di trascorrere il Ferragosto in compagnia di un buon film, le sale propongono tre nuovi titoli, di cui due in anteprima.
La nuova proposta più attesa è Hercules – Il guerriero in cui l'imponente Dwayne Johnson interpreta l'eroe mitologico.
Il film, ispirato al fumetto di Steve Moore, risulta leggero e scorrevole grazie a delle buone sequenze d'azione e un cast in grado di divertire e intrattenere senza difficoltà, sfruttando una sceneggiatura esile ma ben equilibrata tra ironia, battaglie e momenti lievemente drammatici.
ESORDIO DI JOHN BUTLER ALLA REGIA. Gli spettatori di tutte le età potranno invece gustarsi, qualche settimana prima della sua distribuzione ufficiale nei cinema di tutta Italia, Planes 2 – Missione antincendio, sequel del mediocre spin-off di Cars, in grado di migliorare il livello rispetto al capitolo cinematografico precedente.
L'ultimo arrivo nelle sale è infine la commedia irlandese The Stag – Se sopravvivo mi sposo.
Il regista John Butler, all'esordio sul grande schermo, firma un'opera piuttosto prevedibile ma non priva di momenti brillanti e con un interessante legame con la società irlandese.

Hercules - Il guerriero

Ispirato al fumetto di Steve Moore, Hercules - Il guerriero propone un approccio al personaggio dell'eroe dalle origini per metà divine molto ironico e quasi classico, in cui gli effetti speciali non sovrastano mai quanto accade sullo schermo e la sceneggiatura diverte senza troppe difficoltà.
Dopo il racconto delle sue 12 fatiche, Hercules (Dwayne Johnson) entra in scena insieme al gruppo di mercenari con cui lavora. Assunti dal re dei Traci (John Hurt), i guerrieri saranno impegnati ad allenare gli uomini del sovrano per trasformarli in un esercito imbattibile.
ATMOSFERE LEGGERE. Il regista Brett Ratner non cade nell'errore compiuto da Renny Harlin con il suo Hercules - La leggenda ha inizio, e mantiene invece le avventure del protagonista all'interno di un'atmosfera leggera e non pretenziosa, in cui anche i momenti drammatici sono solo una parentesi tra sequenze d'azione, dove Dwayne Johnson può sfruttare la sua fisicità esplosiva, e momenti comici, spesso affidati a Ian McShane e alle predizioni sempre imprecise di Amphiaraus, in attesa di un'annunciata morte che sembra non arrivare mai.
Il personaggio di Hercules viene rappresentato senza perderne di vista la sua umanità, anche se il suo animo nobile e generoso viene posto fin troppo in primo piano nella seconda parte del film.
OTTIMO CAST, FILM GODIBILE. Per ovviare a una fragilità narrativa evidente, Ratner ha avuto a sua disposizione un cast di primo livello che sostiene la storia con interpretazioni ben calibrate.
Con la giusta dose di retorica, enfatizzata dalla colonna sonora firmata da Fernando Velazquez, e una luminosa fotografia di Dante Spinotti, Hercules - Il guerriero riesce a raggiungere l'obiettivo di diventare un quasi perfetto film di intrattenimento, adatto alle serate estive.
La durata non eccessiva, la violenza non troppo estrema anche se sanguinosa e il buon ritmo fanno dimenticare la poca sostanza di quanto proposto, permettendo invece di apprezzare quanto Ratner e i suoi attori siano riusciti a non prendersi mai troppo sul serio. Scorrevole.

Regia: Brett Ratner; genere: azione (Usa, 2014); attori: Dwayne Johnson, Rufus Sewell, John Hurt, Peter Mullan, Joseph Fiennes, Ian McShane, Ingrid Bolsø Berdal, Rebecca Ferguson, Joe Anderson, Aksel Hennie.

Planes 2 - Missione antincendio

Ritornano sul grande schermo in Planes 2 - Missione antincendio i simpatici velivoli della Disney, inizialmente creati solo per il mercato homevideo.
Rispetto al primo capitolo della storia, la qualità dell'animazione e della sceneggiatura alla base del progetto sono superiori e il risultato è un film molto semplice, ricco d'azione e con un messaggio positivo.
Il protagonista è il campione mondiale di volo Dusty Crophopper, la cui carriera è messa in grave pericolo a causa di un problema al motore.
TANTI PERSONAGGI SIMPATICI. Dopo aver causato involontariamente un incendio, viene tolta l'agibilità dell'aeroporto di Propowas Junction proprio alla vigilia di un importante evento, e Dusty decide quindi di farsi perdonare provando a ottenere l'abilitazione necessaria per far parte della squadra antincendio necessaria alla riapertura.
Il simpatico aereo fa quindi la conoscenza del comandante Blade Ranger, che dietro una personalità burbera cela un evento drammatico avvenuto nel suo passato, l'aereo cisterna Dipper, l'elicottero Vento di Tuono, l'ex velivolo da trasporto militare Cabbie e i coraggiosi veicoli di terra chiamati 'I Saltatori'.
Visivamente Planes 2 – Missione antincendio regala dei paesaggi dagli splendidi colori e sequenze d'azione aeree coinvolgenti, anche grazie all'accativante colonna sonora.
UN'OPERA DAL CONTENUTO EDUCATIVO. Il climax si raggiunge nella parte finale del film in cui vengono messi alla prova il coraggio e l'altruismo dei protagonisti.
Alcuni passaggi della trama enfatizzano proprio queste due qualità, mettendole in contrapposizione con l'egoismo del proprietario di una struttura turistica poco distante dal luogo dell'addestramento di Dusty, facilitando così agli spettatori più giovani il compito di comprendere gli aspetti negativi legati alla ricerca della fama e del denaro. C'è anche spazio per alcune citazioni 'colte' televisive e cinematografiche, pensate per il pubblico adulto.
Il regista Bobs Gannaway ha saputo gestire bene il desiderio di celebrare l'eroismo dei vigili del fuoco e l'obiettivo di intrattenere il pubblico, regalando un lungometraggio animato che, pur non inserendosi sicuramente nella lista dei migliori realizzati dalla Disney, risulta comunque piacevole e, a suo modo, educativo. Apprezzabile.

Regia: Bobs Gannaway; genere: animazione (Usa, 2014).

The Stag - Se sopravvivo mi sposo

Partendo dal presupposto che non c'è nulla di nuovo, originale o non prevedibile nel film diretto da John Butler, non si può tuttavia negare che The Stag - Se sopravvivo mi sposo riesca a regalare qualche risata sincera di fronte alle tragicomiche avventure vissute da un gruppo di amici prima del matrimonio di uno di loro.
Fionnan (Hugh O'Conor), sensibile e ossessionato dall'organizzazione, sta per convolare a nozze con Ruth (Amy Huberman), che chiede aiuto al testimone dello sposo, Davin (Andrew Scott), nel tentativo di far vivere al futuro marito una qualche forma di addio al celibato prima di portarla all'altare.
UNA GITA NELLA FORESTA. Davin decide quindi di organizzare un'escursione nella foresta insieme al fratello di Fionnan, Kevin (Michael Legge), il suo compagno, anche lui chiamato Kevin (Andrew Bennett), e l'amico comune Simon (Brian Gleeson).
A complicare la situazione sarà The Machine (Peter McDonald), il fratello pazzo di Ruth che, con il suo atteggiamento, potrebbe mandare all'aria il week-end perfetto.
RISATE E COMMOZIONE. L'armonia del gruppo verrà messa ripetutamente alla prova in situazioni surreali, tuttavia la commedia scorre rapida e lineare fino al suo epilogo.
Risate e commozione si susseguono lungo tutta l'opera. Il cast formato da attori di esperienza (penalizzati solo dal doppiaggio in italiano) ha reso più agevole il lavoro di Butler, al suo esordio come regista di un lungometraggio.
Il legame con la cultura e le tradizioni irlandesi, qualche momento davvero esilarante e un pizzico di impegno sociale permettono a The Stag - Se sopravvivo mi sposo, pur non essendo memorabile, di differenziarsi rispetto altre opere dalla struttura e trama analoga. Godibile.

Regia: John Butler; genere: commedia (Irlanda, 2013); attori: Andrew Scott, Hugh O'Conor, Peter McDonald, Brian Gleeson, Andrew Bennett, Michael Legge, Amy Huberman.

Correlati

Potresti esserti perso