Elena Ferrante 140825171154
CASO LETTERARIO 25 Agosto Ago 2014 1705 25 agosto 2014

Usa, scoppia la Elena Ferrante-mania

La scrittrice anonima conquista Vogue e Nyt.

  • ...

La copertina del libro 'I Giorni dell'abbandono' di Elena Ferrante.

Un successo tutto americano per Elena Ferrante, la scrittrice napoletana che dal 1991, anno del suo primo romanzo, ha raccolto consensi in Italia e nel mondo senza svelare mai la sua vera identità.
La carta stampata made in Usa è pazza di lei: un'intervista a Vogue, anomala per il mensile patinato perchè priva di fotografie, e un lungo pezzo su T, il magazine più hip del New York Times della domenica.
CASO LETTERARIO. Alla vigilia della pubblicazione, prevista per il 2 settembre, di Storie di chi fugge e di chi resta, Elena Ferrante sta per diventare il caso letterario di fine estate.
Amazon.com, che fino a qualche giorno fa aveva messo in prevendita il terzo episodio della trilogia napoletana uscito in Italia nel dicembre 2013 a poco più di sette dollari, ha oggi alzato il prezzo: 9.99.
MISTERO SULL'IDENTITÀ. Negli Usa la fama della misteriosa autrice nata a Napoli era stata finora garantita dai Giorni dell'Abbandono, la sua opera più letta, un profilo del New Yorker di due anni fa e da un tenace e appassionato passaparola. L'elusività che circonda l'autrice ha alimentato un mistero nella comunità letteraria: nel corso del tempo Ferrante è stata identificata, tra gli altri, con Goffredo Fofi, autore delle sole due interviste che le siano state fatte, e con lo scrittore napoletano Domenico Starnone. Anche stavolta l'anonimato chiesto fin dall'inizio dalla scrittrice ha ispirato l'attenzione dedicata dai media Usa: «Chi è Elena Ferrante», titola il New York Times corredando l'articolo su T con la foto di una donna vestita di blu con in testa un cappuccio macchiato di vernice: «La scrittrice conosciuta con questo nome non è mai stata intervistata di persona né è mai apparsa in pubblico, ma una raccolta di romanzi ferocemente sinceri hanno guadagnato a lei (o lui?) riconoscimenti come uno dei più attenti osservatori della società italiana».
INTERVISTA PER ISCRITTO. Vogue ha intervistato Elena Ferrante per iscritto. «Una rara intervista», corredata dalla foto di due ragazze in bikini, il volto coperto da un cappello di paglia, su una spiaggia italiana anni Sessanta. «I sei romanzi pubblicati in inglese parlano ad ogni donna che si è sentita mai perseguitata da una madre frustrata, umiliata da un marito o compagno, o che si è attaccata tenuamente a una vita intellettuale badando a un bambino piccolo», scrive l'intervistatrice Megan O'Grady secondo cui, con i romanzi napoletani Ferrante «ha creato un 'Ritratto di un artista come giovane donna' che cattura non solo la creazione di una personalita' ma anche i tentativi di trarla in salvo».

Correlati

Potresti esserti perso