Hollande Valerie 140227124956
RITORNO DI FIAMMA 3 Settembre Set 2014 1037 03 settembre 2014

Hollande vuole riconquistare Valérie Trierweiler: le manda 29 sms al giorno

Il presidente francese vuole tornare con l'ex compagna.

  • ...

François Hollande e Valérie Trierweiler insieme, prima del tradimento del presidente con Julie Gayet.

Alla vigilia dell'uscita del libro dell'ex compagna di François Hollande, Valerie Trierweiler, dal titolo Grazie per questo momento, sono emersi dei particolari sui rapporti con il presidente francese. Da un lato la storia dell'ex premiere dame nei giorni in cui è emersa la relazione con Julie Gayet, dall'altro i tentativi di Hollande di ricostruire il rapporto.
«FINO A 29 SMS AL GIORNO». «Mi manda messaggi d'amore. Mi scrive che sono tutta la sua vita, che non può far niente senza di me»: Hollande, secondo Trierweiler, invia all'ex compagna tradita «fino a 29 sms al giorno. Vuole tornare con me», ha scritto la giornalista nel libro-choc in uscita il 4 settembre, «quale che sia il prezzo che dovrà pagare».
«Mi dice che ha bisogno di me», ha continuato l'ex première dame, «ogni sera mi chiede di cenare con lui». Quando gli sms si sono intensificati Valérie racconta di aver cominciato ad interrogarsi: «Crede a quello che scrive? O sono l'ultimo capriccio di un uomo che non sopporta di perdere? Mi dice che mi riconquisterà come se io fossi un'elezione».
IL TRADIMENTO E I SONNIFERI. Sui giorni in cui è diventata di dominio pubblico la notizia del tradimento con l'attrice Julie Gayet, la rivista Paris Match ha pubblicato un estratto del libro in cui Trierweiler racconta: «La notizia di Julie Gayet è il primo titolo dei notiziari del mattino. Io crollo, non ce la faccio a sentire, mi precipito in bagno. Afferro il sacchetto di plastica con i sonniferi... Francois mi segue e tenta di strapparmi il sacchetto».
La Trierweiler, giornalista proprio a Paris Match, ha scritto il libro, durissimo nei confronti del presidente Hollande, racconta nei particolari quei giorni dell'inizio dell'anno in cui ha appreso che il suo compagno la tradiva con l'attrice Julie Gayet.
«Con il sacchetto dei sonniferi in mano», continua la Trierweiler, «corro in camera. Lui lo prende e il sacchetto si strappa. Le pillole cadono sul letto e sul pavimento. Riesco a prenderne alcune. Ingoio quelle che posso. Voglio dormire, non voglio vivere le ore che stanno per arrivare. Sento la burrasca che si sta per abbattere su di me e non ho la forza di resistere. Voglio scappare. Perdo conoscenza».
LA VERITÀ DI HOLLANDE. La Trierweiler descrive anche i momenti in cui, giorni dopo quelle drammatiche ore, tentò di salvare il rapporto con Hollande: «Non ci riusciremo, non potrai mai perdonarmi», le dice il presidente.
Poi, poco a poco, le rivela le dimensioni della sua relazione segreta con la Gayet. Prima parla di un mese, poi la verità si fa strada: «passiamo a tre mesi, poi sei, poi nove, alla fine un anno».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso