Michele Santoro 140924150824
ANNUNCIO 24 Settembre Set 2014 1512 24 settembre 2014

Santoro, ultimo anno a Servizio pubblico

Messaggio su Facebook alla vigilia della prima puntata: «In tivù ci sono troppi talk».

  • ...

Michele Santoro.

In occasione del lancio della nuova stagione di Servizio pubblico, al via giovedì 25 settembre sugli schermi di La7, Michele Santoro ha pubblicato un lungo messaggio su Facebook, all'interno del quale, tra le altre cose, ha annunciato l'abbandono del format al termine di quest'anno di programmazione.
«TROPPI TALK». «Voi sapete che io ho sempre sentito la necessità di battere strade nuove e per questo motivo ho deciso che questa sarà l'ultima stagione di Servizio pubblico», ha scritto il conduttore su Facebook, «non condivido la scelta di riempire all'inverosimile la programmazione di trasmissioni d'approfondimento, i cosiddetti talk».
«UN'ESPERIENZA ESALTANTE». «Sta per cominciare una stagione televisiva, dalla quale deriveranno le mie scelte future», ha aggiunto, «e ho deciso di rivolgermi direttamente a voi perché senza di voi Servizio pubblico non sarebbe mai nato. È stata per me un'esperienza esaltante. Per la prima volta nella storia della televisione una produzione indipendente è riuscita a fare a meno delle grandi reti generaliste e ha portato il giovedì de La7 a competere alla pari con le grandi tivù. Inoltre, oggi posso dire con una certa fierezza che la nostra è un'azienda sana, dove tutti lavorano con contratti dignitosi».
«IL PUBBLICO È NAUSEATO». E ancora: «Non condivido la scelta di riempire all'inverosimile la programmazione di trasmissioni d'approfondimento, i cosiddetti talk, che con il venir meno nella società di grandi contrasti, e con la scomparsa dei partiti, hanno creato nel pubblico una specie di nausea e un vero e proprio rigetto».

Correlati

Potresti esserti perso