Sapiens 141023144139
SCOPERTA 23 Ottobre Ott 2014 1440 23 ottobre 2014

Mappato il Dna dell'uomo più antico

L'esemplare è vissuto 45 mila anni fa in Siberia. Lo stidio dimostra la relazione fra Sapiens e Neanderthal.

  • ...

Per la prima volta è stato mappato il Dna di un uomo antichissimo.

Il Dna dell'uomo moderno più antico non è più un mistero. Per la prima volta è stato interamente mappato il patrimonio genetico dell'esemplare vissuto 45 mila anni fa in Siberia: le analisi genetiche hanno dimostrato che Sapiens e Neanderthal si incrociarono tra 50 e 60 mila anni fa e che l'apporto genetico di questi ultimi è stato più basso di quanto considerato finora. A realizzare lo studio sui resti è stato un gruppo di ricerca coordinato dall'Istituto Max Plack di Leipzig, in Germania, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Nature.
PROVE SCIENTIFICHE. Lo studio ha aggiunto nuove prove dell'incrocio tra questi due gruppi umani e restringe di molto il periodo in cui ciò avvenne, passando da un arco temporale stimato finora tra i 37 e gli 86 mila anni fa a una forchetta di appena 10 mila anni.

Correlati

Potresti esserti perso