Scena Gabbiano Checov 141028145045
OPINIONI 28 Ottobre Ott 2014 1450 28 ottobre 2014

'Un gabbiano' di Gianluca Merolli, teatro del cuore

Nell'opera di Cechov l'attore-regista dimostra una rara e sincera bravura, quella di un’anima bella e sensibile.

  • ...

Una scena del Gabbiano di Checov di Gianluca Merolli.

Cala il sipario, anche se non definitamente, su Un gabbiano di Gianluca Merolli (nella duplice veste di attore e regista) in scena al Teatro Sala Uno, dal 9 al 19 ottobre.
L’amore, il teatro e l’amore per il teatro sovrastano tutti gli altri temi, che pur non sfuggono a uno spettatore attento, nella sua personale e intima rivisitazione de Il gabbiano di Cechov.
L’amore cercato, negato, tradito, rassegnato, in un intreccio di anime, più che persone, destinate inevitabilmente alla solitudine.
TEATRO COME VITA. E poi il teatro, anzi, il meta-teatro, il teatro che spiega se stesso e che, come la vita, è sacrificio, sudore, dolore e lacrime, il tutto in un sovrapporsi di piani in cui i vari ruoli si caricano di sfumature impercettibili ma piene di drammaticità. Su tutti quelli del figlio-autore e della madre-attrice, come se due anime vivessero in una sola persona e non potessero scindersi, né separarsi definitivamente.
I personaggi si muovono sulla scena impalpabili e imponenti al tempo stesso, le movenze sono studiate nei minimi particolari e mai improvvisati, le musiche offrono un contrappunto singolare e geniale, le luci “accendono” e danno vita a gesti, parole e pensieri.
MEROLLI ARTISTA STRAORDIANRIO. Inevitabile il richiamo allo shakespeariano Tebaldo del musical Romeo&Giulietta (interpretato da Merolli, ruolo grazia al quale si è fatto conoscere al grande pubblico durante la lunga tournee nei teatri di tutta Italia) anch’esso tragicamente affamato d’amore e nello stesso tempo tremendamente solo.
Una rara e sincera bravura la sua, quella di un’anima bella e sensibile.
Le sue parole e i suoi gesti arrivano al cuore perché vengono dal cuore, quello di un artista, uno straordinario artista.

Rosa Del Luca

Correlati

Potresti esserti perso