Madia Gelato 141105151139
RIPENSAMENTI 8 Novembre Nov 2014 2120 08 novembre 2014

Madia e gelato, Signorini ora chiede scusa

Il direttore di Chi a Fazio: «Non difendo l'indifendibile. Titolo sbagliato».

  • ...

Il servizio pubblicato dal settimanale Chi sul ministro Marianna Madia.

Ci ha messo qualche giorno, il direttore di Chi Alfonso Signorini, e alla fine l'ha riconosciuto: «Non posso difendere l'indifendibile, era un gran brutto titolo», ha dichiarato parlando del tristemente celebre «Ci sa fare con il gelato», accostato a un servizio ammiccante dedicato al ministro Marianna Madia.
«VOLEVAMO DIVERTIRE». Risponendo a una domanda di Fabio Fazio durante la trasmissione Che tempo che fa, Signorini ha spiegato: «In questi giorni ho avuto modo di riflettere, ho sentito tanti commenti: 'Osceno, sessista'. Il mio intento era lontano da qualsiasi intenzione di offendere. Il linguaggio del gossip è irriverente. Io volevo e credevo di divertire ma dal divertimento al titolo sbagliato ce ne passa».
LE DUE MISURE, POI LE SCUSE. E pensare che il suo primo commento su Twitter era stato: «Calippo sì. Gelato no? #duepesiduemisure», con un riferimento alle immagini di Francesca Pascale che mangiava il calippo in un video di Telecafone. E che ancora il 6 novembre, in un'intervista a Libero, Signorini si diceva affatto pentito e ribadiva: «Non devo scusarmi». Ma nel salotto buono di Raitre, la musica è cambiata: «Se ho offeso qualcuno», ha concluso, «sono pronto a chiedere scusa, alle donne e a chi si è sentito offeso da mio servizio».

Correlati

Potresti esserti perso