SOCIETÀ 20 Novembre Nov 2014 1520 20 novembre 2014

Fiammiferi, mostra storica a Milano

Le illustrazioni delle scatole documentano oltre un secolo d'Italia.

  • ...

Il primo fiammifero è stato inventato nel 1827 da un chimico inglese, John Walker. A prendere fuoco era una miscela di solfato di antimonio, clorato di potassio, gomma e amido. Si è trattato, com'è facile intuire, di una rivoluzione nel costume dell'uomo.
Da allora i fiammiferi si sono evoluti tecnicamente con il tempo. Solo per citarne alcune tipologie ricordiamo i minerva, i cerini, quelli controvento. Anche le scatole che li contenevano sono state uno specchio dei tempi. Ne sono state stampate con le figure dei calciatori, con motti patriottici, da borsetta per le signore.
Ermanno Tunesi, un ex operaio della Saffa (Società anonima fabbriche fiammiferi e affini) di Magenta, ne ha raccolti moltissimi riuscendo a salvare una parte della collezione dell'azienda, quando questa è stata chiusa nel 2001, salvando dal macero buona parte dell'archivio storico della società grazie anche a un club di appassionati di fillumenia.
I fiammiferi e le loro scatole sono in mostra a Milano dal 29 novembre all’8 dicembre 2014 nelle sale della parrocchia Sant’Ignazio di Loyola.
La collezione ripercorre in maniera molto particolare la storia dell'Italia, dalla fine dell’ottocento fino ai giorni nostri, grazie all’evoluzione delle scatole di fiammiferi.
Dove: parrocchia S. Ignazio di Loyola, piazza Don Luigi Borotti 5 - 20134, Milano.
Quando: dal 29 novembre all' 8 dicembre 2014.
Informazioni: tel 02 2154549; fax 02 2154549.

Correlati

Potresti esserti perso