Cairo 141120111442
TELEVISIONE 20 Novembre Nov 2014 1000 20 novembre 2014

La7, lite tra Mentana e Cairo: aria di divorzio

Gelosie tra colleghi, sforamenti e mancanza di un direttore di rete: tutti i reclami del giornalista all'editore. Ma lo share crolla. E la luna di miele fra i due è finita.

  • ...

Urbano Cairo.

Questa volta la notizia sarebbe addirittura lui, Enrico Mentana, il super direttore del TgLa7.
Dopo settimane di tensioni e fibrillazioni legate a problemi tecnici e incomprensioni di carattere gestionale, il giornalista avrebbe avuto un duro confronto con l’editore della rete, Urbano Cairo.
Tutto ciò - ovviamente se confermati toni e termini dello scontro - è l’anticamera di un possibile divorzio? Difficile da dire. Di sicuro è la prova che la luna di miele fra i due è finita.
TGLA7 BATTUTO DAL TG4. Anche perché il telegiornale di Mentana, come nel gioco dell’oca, è quasi tornato al punto di partenza. Anzi, anche qualche passo indietro.
A metà ottobre, tanto per dire, il TgLa7 delle 20 è stato battuto dal Tg4: il 4,58% contro il 6,33%.
È vero: le fasce orarie sono contigue, ma non identiche. E il numero dei telespettatori è stato quasi paritario, con una leggerissima superiorità, anzi, di quelli di Mediaset.
CHI REGOLAMENTA IL TRAFFICO? Ma Cairo ha segnato la tacca sulla propria cartellina. Va detto che 'Chicco mitraglia', molto spesso, è vittima degli sforamenti dei programmi dei colleghi e della cosa si sarebbe lamentato con l’editore per la persistente mancanza di un direttore di rete in grado di regolare il traffico all’interno dell’emittente.
Come confermano a luci spente vari conduttori de La7, Cairo avrebbe scelto di affidarsi in tutto e per tutto al signore delle star Beppe Caschetto.
In pratica sarebbe il manager di conduttori e giornalisti a manovrare il palinsesto, favorendo alcuni a discapito di altri.
E Mentana, secondo le voci raccolte, sarebbe una vittima di questa gestione.
BERSAGLIO MOBILE MAI AL 4%. Il suo Bersaglio mobile oscilla attorno al 3% di share e solo poche volte tocca il 4%. Insomma, anche la sua apparizione in video nella formula allungata non darebbe i frutti sperati in termini di ascolti.
Si salva solo dal punto di vista del costo. E non è una cosa da poco.

Floris ha sforato le spese, Santoro perde ascolti

Enrico Mentana.

La maggior parte dei programmi, a partire dal talk di Giovanni Floris Di martedì, sono nettamente al di sotto delle previsioni in termini di ascolti, ma hanno sforato già tutti i parametri in termini di spesa.
Floris, pagato a peso d’oro, non schioda dalla linea del 4%, lasciando sul terreno punti preziosi in termini di mancati investimenti pubblicitari.
E lo stesso sta accadendo con Michele Santoro e Giulia Innocenzi.
Insomma, le cose non starebbero affatto andando secondo il disegno di tracciato da Caschetto e comprato da Cairo.
All’interno di questo quadro ci sarebbe anche il programma di Mentana, Bersaglio mobile, anch’esso in debito di share.
CHICCO CHIEDE RICONOSCIMENTO. Ma visto che la qualità è dalla sua parte, Mentana avrebbe chiesto il doveroso riconoscimento per il lavoro che sta facendo.
Se la traduzione del ragionamento sia tutta di natura economica nessuno lo conferma né lo smentisce. Ma è chiaro che fra i due, Cairo e Mentana, le cose si siano deteriorate.
E per una rete che ha impostato tutto sull’informazione, mirando a diventare una sorta di Cnn in versione italiana, la questione è seria.
LA MINACCIA ARRIVA DALL'ALBANIA. Soprattutto ora che da Tirana sta per partire una nuova televisione che potrebbe creare qualche grattacapo a La7. Altro tema che Mentana avrebbe sottoposto al suo editore.
Agon Channel, la rete in onda sul canale 33 del digitale terrestre, inizia le trasmissioni mercoledì 26 novembre. La rete albanese, uno dei cui volti di punta è l’ex conduttore di Matrix Alessio Vinci, apre un canale in italiano: la sede rimane a Tirana, ma sarà trasmesso in chiaro sul nostro territorio nazionale.
Diversi i volti del piccolo schermo italico pronti a sbarcare su Agon Channel: Pupo, Maddalena Corvaglia, Sabrina Ferilli e, infine, Antonio Caprarica. E chissà che non sia proprio questa la ragione del diverbio fra i due...

Correlati

Potresti esserti perso