Selma 150105122033
LA POLEMICA 5 Gennaio Gen 2015 1219 05 gennaio 2015

Il fim Selma riapre il dibattito sui diritti civili Usa

La pellicola in corsa per l'Oscar offusca il ruolo del presidente Lyndon Johnson.

  • ...

Il nuovo film Selma mette in dubbio il ruolo Lyndon Johnson nel campo dei diritti civili Usa.

Il nuovo film Selma, della regista afroamericana Ava DuVernay e considerato un favorito nella corsa per gli Oscar, è già un caso. La pellicola ha messo in dubbio il ruolo dell'ex presidente americano Lyndon Johnson come promotore dei diritti civili, e per questo è finito nella bufera. La trama racconta la marcia del 1965 da Selma a Montgomery, in Alabama, in nome del diritto di voto per i neri. Ma nel film Johnson appare come uno che si oppone alle marce, facendo sorvegliare Martin Luther King dall'Fbi nel tentativo di opporsi alla sua campagna. Joseph A. Califano Jr., un ex assistente di Johnson, ha accusato gli autori di aver deliberatamente ignorato i fatti storici, sostenendo che la marcia fu un'idea dell'ex presidente.
REPLICA DELLA REGISTA. Pronta la replica della regista DuVernay, che su Twitter ha scritto: «Un'affermazione del genere è incredula e offensiva per i cittadini neri che l'hanno realizzata».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso