Paolo Brosio 150113173041
TELEVISIONE 13 Gennaio Gen 2015 0800 13 gennaio 2015

Paolo Brosio vittima di Scherzi a parte

Il giornalista ha ricevuto una finta telefonata di papa Francesco.

  • ...

Paolo Brosio è stato una delle vittime 'eccellenti' della prima puntata di Scherzi a parte, celebre trasmissione Mediaset andata in onda il 12 gennaio su Canale 5.
Il giornalista è caduto nella trappola magistralmente architettata da Frank Matano de Le Iene.

Il conduttore è stato contattato da un finto giornalista (Frank Matano) per un documentario su Medjugorje.
I due si sono dati appuntamento nella casa in Versilia di Paolo Brosio dove tra una confessione e l'altra, Matano ha ricevuto una telefonata da padre Leonardo, collaboratore di papa Francesco. I due però non sono riusciti a capirsi e Matano ha passato il telefono a Brosio, chiedendogli di fare da interprete. E qui il tranello.
Dopo varie chiamate, il telefono è squillato di nuovo: una voce con accento sudamericano ha cominciato a parlare.
IL FINTO PAPA. Paolo Brosio ha avuto bisogno di qualche minuto prima di rendersi conto che dall'altra parte del telefono c'era un finto papa Francesco: «Non mi dica che lei è il Santo Padre, perché mi fa svenire», ha affermato il giornalista.
Paolo Brosio ha cominciato a piangere raccontando della sua conversione a Medjugorje, dei suoi genitori partiti dal Piemonte come quelli di Bergoglio e di nonna Rosa (che si chiama come la nonna del pontefice).
LA TRISTE VERITÀ. Dal volto degli autori dello scherzo, Brosio ha però intuito qualcosa che non andava: «Se è uno scherzo ditemelo», ha affermato. E davanti alla triste verità ha aggiunto: «Vi invito a smontare tutto e andare a casa. È la cosa migliore, per me e per voi. Ho la fede e l’entusiasmo di un bambino ma non devo essere raggirato».

Tweet riguardo Brosio

Correlati

Potresti esserti perso