Bano Romina 150114134832
INTERVISTA 14 Gennaio Gen 2015 1500 14 gennaio 2015

Al Bano: «Questo Sanremo non è fatto bene»

Il cantante a L43: «Al Festival manca il senso della gara di XFactor. Io ospite? Dipende da Romina».

  • ...

Conduttore e vallette sono stati svelati. I partecipanti pure.
Sugli ospiti del Festival di Sanremo 2015 invece si sta ancora lavorando.
«Manca un mese», ha detto il direttore di RaiUno Giancarlo Leone. «I contratti non sono ancora firmati».
DA CONTE A FERRO. Tra i nomi più accreditati ci sono quelli dell'attrice sudafricana Charlize Theron, del commissario tecnico della nazionale Antonio Conte, di Tiziano Ferro.
E poi di Al Bano e Romina. «Più che l'ospitata a me piacerebbe la parte dell'arena...», dice Al Bano a Lettera43.it.

Al Bano e Romina. © Getty Images


D. Se ne parla da parecchio tempo, ma il mistero non è stato ancora svelato: Al Bano ci sarà sul palco dell'Ariston a Sanremo 2015 o no?
R.
Non posso dirlo io. Sa, una volta eravamo Al Bano e Romina Power, ora siamo Al Bano e Romina Power che agisce per conto suo. E quindi non so ancora se deciderà per il sì o per il no.
D. Che vada lei da solo non se ne parla. Soprattutto dopo la storica reunion artistica con la sua ex moglie e le vostre esibizioni di successo a Mosca e poi anche in Spagna e in Romania...
R. Infatti, anche perché gli anni che vogliono celebrare a Sanremo sono quelli di Al Bano e Romina Power, quindi è necessario che ci sia anche lei. Certo che quando mi parlano di Sanremo, più che l'ospitata a me piacerebbe la parte dell'arena...
D. Allora perché non ha presentato una sua canzone per partecipare alla gara?
R. Non ci ho pensato, ero troppo preso dal programma Così vicini così lontani che conduco per la seconda volta su RaiUno con Paola Perego. Ma tanto non finisce quest'anno Sanremo, al di là di tutto. E poi Sanremo è una medicina che bisogna saper prendere a dosi giuste e nei momenti giusti, e questo è un momento particolare per me.
D. Ne parla come un innamorato. Forse perché ha partecipato a nove Festival da solo e a cinque in coppia con Romina?
R. Io sono sempre stato presente a Sanremo, non come tanti che hanno ottenuto tutto dal Festival e poi hanno cominciato a snobbarlo e l'hanno abbandonato. Queste ingiustizie non mi vanno bene. Io devo ringraziare Sanremo per tante cose, per cui chapeau al Festival. Però è importante che sia fatto sempre bene.
D. Non lo è? Cosa ha perso negli ultimi anni secondo lei?
R. Il senso della gara, dell'arena di cui parlavo prima. Basta guardare XFactor o Amici: quei programmi sono tutti basati su una gara serrata e quella gara è nata a Sanremo. Ma mentre Sanremo la abbandona, gli altri ne stanno facendo un patrimonio. Non è giusto.
D. Cosa intende esattamente?
R. Che Sanremo deve ritornare a essere una gara, ma non dell'uno contro l'altro perché se vai ad analizzare è il Festival della Canzone italiana, non dei cantanti italiani. Quindi vince chi ha la canzone migliore o quella che in quel momento sembra la migliore.
D. Ma non sempre lo è...
R. No, perché poi ci sono sempre quelle melodie che arrivano un po' dopo, che hanno bisogno di più tempo per essere assimilate, ma poi vincono anche loro.
D. Se pensa a Sanremo quali cantanti le vengono in mente?
R. Domenico Modugno, Claudio Villa, Drupi, Vasco Rossi, Eros Ramazzotti e il sottoscritto. Tutti cantanti che hanno diffuso musica in tutto il mondo. La vogliamo distruggere questa realtà? Pensiamoci un attimo prima.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso